CONDIVIDI
Italia's Got Talent 2015 seconda puntata: commozione per la ballerina sorda e grandi ascolti

ITALIA’S GOT TALENT 2015 PUNTATA 19 MARZO – Momento di grande commozione ad Italia’s Got Talent. L’ultimo talento a calcare il palco della seconda puntata di Italia’s Got Talent è stata una ragazza, bionda ed esile, che alla domanda dei giudici “come ti chiami?” non risponderà, rimanendo disorientata. Luciana Littizzetto chiede alla giovane il motivo della mancata risponde e lei racconta di essere sorda. Subito dopo si esibisce suscitando l’emozione e la commozione generale. Il suo nome è Martina Giammarini, e arriva da Ladispoli in provincia di Roma. Nina Zilli la definirà “una vera guerriera”. Con grande forza Martina ha supererato la sua disabilità e le selezioni con quattro sì.

La seconda puntata di Italia’s Got Talent targato Sky supera l’esordio dello scorso giovedì, che ha segnato il miglior risultato per il debutto di una produzione di intrattenimento su Sky Uno. Il secondo appuntamento è stato infatti visto da 1 milione 118 mila spettatori medi, con uno share su Sky Uno cresciuto al 3,6% con picchi del 4,1%. Anche questo giovedì Sky Uno è stato il canale più visto della piattaforma, classificandosi 5^ rete della tv italiana nel target 15-54 anni con il 5,12% di share. Cresce anche la permanenza dal 59% al 71%.

Anche questo giovedì l’intrattenimento di Sky Uno ha dominato i social network: ieri sera Italia’s Got Talent è stato lo show più seguito su Twitter con più di 400mila impressions generate da oltre 64mila persone. La conversazione intorno al programma ha generato oltre 6200 tweet. Nella classifica dei trending topic di Twitter è entrato Frank Matano grazie alle sue performance insieme ai concorrenti. Ottimi numeri anche per il sito web ufficiale italiasgottalent.sky.it che ha registrato 620 mila pagine viste e 220 mila videoviews.

Record di ascolti per E poi c’è Cattelan: l’ottavo episodio del late night show condotto da Alessandro Cattelan segna il record di edizione con 385 mila spettatori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA