Veronica Panarello, la condanna in primo grado per l’omicidio di Loris

Sentenza di per Veronica Panarello. La grande attesa per la sentenza del processo a carico di Veronica Panarello è finita. La donna è stata giudicata colpevole dell’omicidio del figlio Loris di appena 8 anni. Il Gup di Ragusa, Andrea Reale, ha emesso la sentenza a conclusione del processo celebrato col rito abbreviato, condizionato da una perizia psichiatrica.

Veronica Panarello, giudicata  colpevole, sconterà trent’anni di carcere.

Il pubblico ministero aveva chiesto la condanna della donna a 30 anni di reclusione, per omicidio premeditato ed occultamente di cadavere, mentre il suo difensore Francesco Villardita, aveva chiesto l’assoluzione ed in via gradata, il concorso anomalo in omicidio, come conseguenza di un atto non voluto, commesso da altri ed il concorso in occultamento di cadavere. L’avvocato della Panarello prima dell’inizio dell’udienza ha affermato che la sua assistita  non era “serena”, ma “pronta da sempre a qualsiasi sentenza”. La donna ha continuato a proclamarsi innocente fino alla fine.

Ora si aprono nuovi scenari per Andrea Stival, suocero della donna, indagato in un’altra inchiesta, per concorso nell’omicidio di Loris, dopo l’accusa rivoltagli dalla Panarello di essere il vero responsabile del delitto. L’uomo ha respinto da subito tutte le accuse.

 

Ti potrebbe piacere anche...