CONDIVIDI
voucher-inps

Continua il boom dei voucher previdenziali. Nel periodo che va da gennaio ad agosto 2016 sono stati venduti 96,6 milioni di voucher. Lo strumento è destinato al pagamento delle prestazioni di lavoro accessorio. Il valore nominale è di 10 euro, con un incremento, rispetto ai primi otto mesi del 2015, pari al 35,9%. Lo ha reso noto l’Inps in un suo comunicato. Nei primi otto mesi del 2015, la crescita dell’utilizzo dei voucher, rispetto al 2014, era stata pari al 71,3%.

Venduti 96,6 milioni di voucher: +35,9%.

L’informazione è dovuta all’Osservatorio sul precariato dell’Inps. Che evidentemente rileva una diminuzione dell’incremento dell’uso dei voucher rispetto al corrispondente periodo dell’anno precedente. Resta in ogni caso ragguardevole l’aumento riscontrato quest’anno, tanto da giustificare l’uso del termine “boom”. Inoltre è arrivata la circolare (n. 1 del 17 ottobre 2016) dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro che fornisce le indicazioni per adempiere i nuovi obblighi di comunicazione per il lavoro accessorio retribuito con voucher: ossia l’invio della e-mail al solo indirizzo di posta elettronica creato per ciascuna sede territoriale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA