CONDIVIDI
Rimbocchiamoci le maniche, le anticipazioni di stasera 19 ottobre 2016

Rimbocchiamoci le maniche, anticipazioni e tutte le trame della fiction di Canale 5. Questa sera 19 ottobre 2016. «La settima puntata». Ritorna stasera, alle ore 21.10 su Canale 5, l’appuntamento con Sabrina Ferilli e Sergio Assisi, per la miniserie in otto puntate Rimbocchiamoci le maniche, di cui seguono le anticipazioni. La fiction è disponibile anche in streaming sulla piattaforma web Canale 5 e in replica con Mediaset on demand.

«Alcool». Rimbocchiamoci le maniche. Anticipazioni di mercoledì 19 ottobre 2016. Settima puntata.

Le anticipazioni di Rimbocchiamoci le maniche riferiscono che la puntata di oggi è intitolata Alcool. Alcuni giovani stranieri, che guidano ubriachi, investono Daniela, mentre si trova in strada con la sua bicicletta. Angela è sconvolta dall’accaduto. Emana subito un’ordinanza che vieta ai locali pubblici di vendere alcolici dopo le undici di sera. Ma il Sindaco non sa che suo figlio Ercole, per fare colpo su Rebecca, si trova invischiato in un giro di gare di resistenza al bere. Questi “eventi” si tengono al Crash Bar, il locale di proprietà di Antonio.

Rimbocchiamoci le maniche. Anticipazioni e tutte le trame della fiction di Canale 5. Questa sera 19 ottobre 2016.

Intanto le anticipazioni di Rimbocchiamoci le maniche rivelano che Fabio torna a vivere insieme alla madre Giovanna. Così decide di richiedere una casa popolare al Comune. Lo stesso problema è vissuto anche da Rosa. La donna, a causa dello sfratto, decide di lasciare il lavoro in fabbrica. Si mette in cerca di una nuova occupazione. Intanto Ercole viene convinto a fare l’infiltrato nelle gare cui partecipa. Poco prima che il figlio venga scoperto, Angela riesce ad avere la giusta intuizione per sgominare la gang. Fa arrestare Antonio e i suoi complici. La donna riesce nell’intento anche grazie alla collaborazione di Fabio. Ne rivaluta la figura. Comprende anche che deve ancora riflettere parecchio prima di decidere se impegnarsi o meno con Paolo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA