CONDIVIDI
Primarie in Francia del centrodestra segnano il trionfo di Francois Fillon al secondo turno!

Primarie in Francia, il trionfo di Fillon. Francois Fillon è il nuovo candidato dei Repubblicani francesi per le elezioni presidenziali 2017, dopo aver sconfitto Alain Juppe nel ballottaggio delle primarie del partito di domenica 27 novembre. L’ex primo ministro scelto da Sarkozy nel periodo 2007-2012, ha ottenuto oltre il 60% delle preferenze e si candida a sfidare Marine Le Pen e il candidato della sinistra, ancora da scegliere. Nel primo turno delle primarie Fillon aveva ottenuto il 44% dei suffragi, mentre Sarkozy era arrivato terzo con il 20% (ed escluso quindi dal secondo turno). Lo sfidante Alain Juppé (28% al primo turno, 40% al ballottaggio), sindaco di Bordeaux e primo ministro dal 1995 al 1997 durante la Presidenza Chirac, ha ammesso la sconfitta e ha annunciato che tutto il partito sosterrà con forza alle prossime elezioni il candidato unico del centrodestra francese. Inutile il tentativo di alcuni elettori della gauche di infiltrarsi nelle primarie repubblicane per far vincere Juppé, candidato considerato più moderato di Fillon e maggiormente sostenibile per la sinistra in caso di un ballottaggio con Marine Le Pen alle prossime elezioni presidenziali.

Chi è Francois Fillon.

Giornalista mancato, Fillon divenne nel 1981 il più giovane parlamentare eletto all’Assemblea nazionale francese subentrando al suo mentore Joel Le Theule. Il suo programma si caratterizza per una forte impronta liberista in economia, una linea dura sull’immigrazione e una politica di distensione con la Russia di Putin per quanto riguarda gli affari esteri. Per questi motivi, il candidato dei Republicains dovrebbe avere maggiori possibilità di vittoria contro la leader del Front National, grande favorita per le elezioni presidenziali dell’anno prossimo. Già nel 2012, Fillon era il favorito alla guida del partito gollista, ma un brutto incidente in motorino a Capri mentre era ospite di Luca Cordero di Montezemolo lo costrinse a ritirarsi.

Ora l’ex premier avrà la possibilità di rivincita contro un avversario difficile da battere, che i sondaggi danno in testa da più di un anno. Ma l’esito delle primarie repubblicane provoca uno spostamento a destra di tutto l’asse politico francese. La prima conseguenza è stata infatti la candidatura di Manuel Valls, primo ministro in carica, per sfidare l’attuale e impopolare Presidente della Repubblica Francois Hollande. Valls rappresenta la corrente più centrista del Partito Socialista e si differenzia nettamente dalla linea del Presidente uscente su molti temi come economia e immigrazione. La sfida è aperta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Segui ContattoNews.it su Facebook