CONDIVIDI
attentato-berlino-camion-folla-video-morti

Berlino, è un attentato terroristico l’incidente che ha visto – verso le 20 di ieri sera – un TIR piombare sulla folla di un mercatino natalizio. Il mercato nel quale ha avuto luogo l’assalto è situato nella Breitscheidplatz, presso la Gedächtniskirche – la chiesa intitolata al Kaiser Guglielmo che aveva resistito ai bombardamenti della seconda guerra mondiale, uno dei simboli di Berlino – dove comincia la Kurfuerstendamm. Intenti alla passeggiata serale e agli acquisti presso le bancarelle del mercatino, turisti e berlinesi  sono stati colti di sorpresa dall’irrompere del camion, con targa polacca, che per oltre cinquanta metri ha travolto ogni cosa prima ad arrestare la sua folle corsa, schiantandosi definitivamente sugli stand.

Dodici morti e quarantotto feriti. L’ISIS avrebbe rivendicato l’attentato.

Il bilancio fatto dalla polizia e dai vigili del fuoco è di dodici morti e quarantotto feriti, di cui quattro in pericolo di vita. Il sedicente stato islamico ha rivendicato la responsabilità dell’attacco. Lo scrive il tabloid britannico Sun che cita il quotidiano conservatore americano Washington Times – vicino alla CIA – il quale a sua volta riporta fonti irachene. Le modalità dell’attentato ricordano da vicino quelle della strage del 14 luglio scorso a Nizza, quando un estremista islamico uccise 86 persone  travolgendole con il TIR che guidava.

Arrestato il conducente del camion, morto sul colpo il suo complice.

Questa volta però – secondo la polizia – sul camion erano presenti due persone. L’uomo sospettato di essere il guidatore è stato arrestato circa un’ora dopo il suo tentativo di fuga. Al momento è sotto interrogatorio. Sempre secondo quanto ha riferito il portavoce della polizia berlinese, il secondo uomo – che sedeva a fianco del guidatore durante l’attentato – è invece stato trovato senza vita dai soccorritori, morto evidentemente in conseguenza dello scontro.

La cancelliera tedesca Angela Merkel: «Piangiamo i morti». La Farnesina verifica l’eventuale presenza di italiani.

L’agenzia Adnkronos riporta una dichiarazione della premier tedesca Angela Merkel, attraverso un tweet del suo portavoce Steffen Seibert: «Piangiamo i morti e speriamo che i tanti feriti possano avere aiuto». Nel frattempo la polizia tedesca sta invitando i berlinesi a non uscire di casa e a non diffondere voci sull’attacco al mercato natalizio nei pressi della chiesa della Rimembranza. La Farnesina sta verificando la presenza di italiani nella zona dell’attentato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA