CONDIVIDI
Russia, aereo precipitato, le news: non si esclude la pista terroristica

Ieri un aereo russo è scomparso dai radar pochi minuti dopo il decollo da Sochi alla volta della città siriana di Latakia ed è precipitato nel mar Nero. Non ci sono superstiti: le 92 persone che si trovavano a bordo sono tutte morte, e fin ora sono stati recuperati 10 cadaveri. I rottami del veicolo, secondo quanto si apprende dall’agenzia Rai Novosti, si troverebbero ad una profondità che va dai 50 fino ai 00 metri e sarebbero finiti in un’area di 1,5 chilometri lungo la costa. Putin ha dichiarato che oggi, 26 dicembre 2016, la Russia vivrà un giorno di lutto nazionale. “Ci sarà un’inchiesta approfondita sulle ragioni della catastrofe, e faremo di tutto per fornire il nostro sostegno alle famiglie delle vittime”, ha detto.

Aereo caduto, terrorismo o errore umano?

Secondo l’intelligence russa la causa del disastro non sarebbe un attentato terroristico: si pensa maggiormente ad un guasto o ad un errore umano. Secondo il sito Lenta.Ru, invece, l’ipotesi terrorismo è un’opzione. Non può essere confermata o esclusa finché non avremo le informazioni dei registratori di volo, ma viene comunque presa in considerazione”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA