CONDIVIDI
Esame di avvocato 2016, i risultati degli scritti: pubblicati i risultati a Reggio Calabria, Ancona, Bologna e Catania

Si è conclusa da più di due settimane la prima parte dell’esame di avvocato 2017, quella scritta in cui i candidati si sono occupati della stesura di un parere civile, di uno penale e della redazione dell’atto. Gli elaborati scritti dei candidati dovranno essere corretti entro il 16 giugno 2017. La data è prorogabile una sola volta, per non oltre 90 giorni, e solo se sussistono motivi eccezionali e debitamente accertati.

Esame di avvocato, ecco cosa cambia. 

L’esame di avvocato 2017 sarà l’ultimo che vedrà lo svolgimento delle prove nel modo tradizionale. Dal prossimo anno infatti, ci saranno delle novità. Per poter diventare avvocato anzitutto si dovrà svolgere, come sempre, il tirocinio, che da qualche anno è stato ridotto da due anni ad un anno e mezzo. Una volta ottenuto il certificato della compiuta pratica, l’aspirante candidato può iscriversi alla sessione annuale dell’esame di avvocato attraverso modalità telematica sul sito del Ministero della Giustizia. A differenza degli anni passati, i candidati non potranno consultare i codici commentati, ma solo quelli contenenti i testi. Altra novità riguarda le prove orali, che solitamente si svolgono a partire dal mese di agosto (con preappello fissato per luglio): la commissione non porrà al candidato domande libere, a scelta della commissione, ma i quesiti verranno estratti dal database istituito presso il Ministero della giustizia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA