CONDIVIDI
Amnistia e indulto, carceri e detenuti: le ultime news al 30 settembre 2017

Aminstia e indulto, carceri e detenuti: i punti della riforma richiesti. Rita Bernardini, componente della presidenza del Partito Radicale e presidente d’onore di Nessuno tocchi Caino, dopo il 31° giorno ha interrotto lo sciopero che aveva iniziato per chiedere che la discussione e l’approvazione della riforma dell’ordinamento penitenziario venga estrapolata dal complessivo pacchetto giustizia. La sospensione dello sciopero è avvenuto dopo l’incontro con il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, un incontro, a parere della Bernardini, molto positivo. Rita Bernardini ci tiene particolarmente alla riforma, importante in quanto prevede alcuni punti essenziali per rendere legale l’esecuzione penale. I punti in questione sono fondamentali e molto discussi: si tratta dell’incremento della possibilità d’accesso alle pene e alle misure alternative anche per i condannati recidivi, maggiori possibilità di lavoro, di formazione e di studio sia in carcere che una volta usciti. Si chiede, inoltre, l’accesso alle cure ed una particolare attenzione nei confronti dei tossicodipendenti e dei malati psichiatrici. Si vuole, inoltre, cercare di creare un maggiore ed effettivo diritto all’affettività che possa permettere al recluso di mantenere rapporti stabili con i familiari ed in particolare con i figli minori.

Amnistia e indulto, carceri e detenuti: Rita Bernardini visiterà alcuni istituti penitenziari.

Rita Bernardini ha annunciato che visiterà gli istituti penitenziari di Verona, Vicenza e Trieste. Successivamente, l’ex deputata parteciperà alle assemblee per la campagna di iscrizioni al partito Radicale per il 2017: durante il 40° congresso straordinario è stato deciso che condizione minima necessaria per il prosieguo delle iniziative del Partito deve essere raggiunto il tetto minimo di 3000 iscritti nell’anno in corso. Lo stesso numero dovrà registrarsi nell’anno successivo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Segui ContattoNews.it su Facebook