CONDIVIDI
Moto GP: domenica prossima la prima gara in Qatar, Vinales parte favorito.

Moto GP: domenica prossima la prima gara in Qatar, Vinales e Marquez partono favoriti. Il campionato mondiale di motociclismo partirà tra una settimana esatta, domenica 26 marzo 2017, nel circuito di Losail tra le dune del Qatar. Le prove inizieranno il 24 marzo. Lo spagnolo Maverick Vinales, che ha sostituito il connazionale Jorge Lorenzo in Yamaha, potrebbe essere la grande sorpresa della stagione 2017. Durante i test invernali, a Sepang, Losail e Phillip Island, il giovane di Figueres è stato il migliore sul giro secco e ha dimostrato un’ottima sintonia con la sua nuova moto. Se il favorito resta il campione in carica Marc Marquez,nonostante dei test non esaltanti, subito dopo lo sfidante numero uno è Vinales. Dopo due stagioni con la Suzuki non esaltanti (dodicesimo e quarto posto), il 22enne della Yamaha è deciso ad inserirsi nella classica sfida a tre (Rossi-Marquez-Lorenzo) che ha caratterizzato le ultime stagioni.

Moto GP: domenica prossima la prima gara in Qatar, Vinales e Marquez partono favoriti.

La crescita esponenziale va di pari passo con il calo vistoso di Valentino Rossi. Il Dottore è preoccupato e un po’ deluso. Preoccupato perchè durante i test invernali non è riuscito a trovare il giusto feeling con la sua nuova Yamaha, nonostante le modifiche dei telai e degli assetti. Deluso perchè era convinto che la separazione con il compagno-rivale Lorenzo potesse finalmente liberarlo dalle tensioni degli anni precedenti. Ma i tifosi di Valentino sono convinti che con la sua esperienza riuscirà a trovare il giusto equilibrio per essere competitivo fin dalle prime gare. E Lorenzo? Il maiorchino ha deciso di lasciare la Yamaha dopo ben 9 anni, per provare a cimentarsi in una nuova sfida, pur sapendo che sarà difficile lottare per il mondiale quest’anno.

La sua Ducati è “potente, ma nervosa” per usare le parole dello stesso Lorenzo e si sposa meglio con le caratteristiche di un pilota come Dovizioso, che si è mosso bene durante i test invernali. Negli ultimi dieci anni solo Casey Stoner è riuscito a vincere il Campionato del mondo con la Ducati. La Honda ha faticato nei test e Dani Pedrosa è stato addirittura più veloce del compagno di squadra Marquez. Tuttavia non c’è preoccupazione in casa Honda. Nella scorsa stagione la casa giapponese vinse il titolo piloti e costruttori, dopo dei test invernali deludenti. La Suzuki si aspetta molto da Andrea Iannone: la sua GSX-RR ha un buon potenziale, soprattutto nel telaio. Il pilota di Vasto si candida come outsider. Tra una settimana scopriremo le carte di ognuno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA