CONDIVIDI
Amnistia e indulto, carceri e detenuti, le ultime news al 19 settembre 2017

Amnistia e indulto, carceri e detenuti, le novità dal mondo del carcere al 4 giugno 2017. La questione della vita dei detenuti all’interno delle carceri italiane resta delicata e necessita di mantenere su di essa un faro che ricordi le condizioni spesso precarie in cui vivono i detenuti: celle spesso insalubri, scarsità di piani di formazione e di reinserimento, scarsità di pene alternative. Il Partito Radicale vede come un primo passo per la risoluzione dei problemi delle carceri la concessione di un’amnistia, e per questo ha organizzato una marcia per il giorno di Pasqua. La marcia ha riscosso un grande consenso, ma da allora non ci sono novità in tema di amnistia, ed è per questo che Rita Bernardini ha deciso di ricominciare lo sciopero della fame.

Amnistia e indulto, carceri e detenuti, le ultime news al 4 giugno 2017: la cooperativa agricola Alba. 

Spesso sono carenti o mancano del tutto i piani di reinserimento dei detenuti. Alcuni ex detenuti e migranti pugliesi hanno evidenziato la loro difficoltà nel trovare un lavoro, e per questo si sono associati in una coop, la cooperativa sociale agricola Alba. Obiettivo del progetto è permettere il reinserimento, attraverso l’agricoltura, a soggetti deboli quali ex detenuti, ex alcolisti, migranti, tossicodipendenti. A parlare del progetto a La Repubblica è Andrea Pignataro, project manager del progetto: “L’agricoltura è uno dei settori economici più importanti per il reinserimento di persone che hanno avuto problemi o per l’inclusione di chi è appena arrivato in Italia”. A contribuire all’iniziativa è stata la Fondazione Con il Sud, che ha stanziato 280mila euro. Il presidente della Fondazione Carlo Borgomeo ha dichiarato: “La selezione è stata dura, perché al bando hanno partecipato decine di progetti. Siamo convinti che l’agricoltura incrociata con il sociale possa consentire di fare cose clamorose e che il Sud abbia bisogno di questo piuttosto che di mantenere in vita a tutti i costi aziende al capolinea”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Segui ContattoNews.it su Facebook