CONDIVIDI
Pitti Uomo edizione 92, al via al'esposizione con le scarpe del futuro

Il 92esimo Pitti Uomo si terrà dal 14 al 16 giugno 2017 presso Istituto Marangoni di Firenze. Al Pitti Uomo 2017 sarà presentata la capsule collection di scarpe nata dal contest ideato da Cuoio di Toscana e Istituto Marangoni, in collaborazione con Toscana Manifatture. Le nuove scarpe saranno glamour, colorate e allo stesso tempo innovative e rispettose dell’ambiente. Eleganti, confortabili e con un design futuristico. Sono le scarpe pensate, ideate e disegnate, dai giovani stilisti e designer, under 30, che hanno partecipato al contest che diventerà una mostra dal 14 al 16 giugno presso la sede di Istituto Marangoni di Firenze (via de’ Tornabuoni, 17) in occasione dell’esposizione “Think shoes!”, progetto ideato da Cuoio di Toscana e Istituto Marangoni, in collaborazione con Toscana Manifatture, per il 92/o Pitti Immagine.

Per la parte tecnica gli studenti hanno utilizzato la suola in cuoio brandizzata Cuoio di Toscana – consorzio leader nella produzione di cuoio da suola, con quote di mercato pari al 98% della produzione italiana e ad oltre l’80% di quella europea. Oltre alla versione glamour, gli studenti hanno sviluppato un’alternativa originale alle sneakers in gomma pensando al target millennials. Importante la personalizzazione del materiale, come la lavorazione a laser, il disegno di una fantasia per la suola, la creazione di pattern per la disposizione dei gommini antiscivolo e la decorazione del tacco.

Pitti Uomo, i vincitori. 

I 24 partecipanti al concorso hanno realizzato i prototipi di scarpe seguendo lo schema “Glamour/Elegante uomo”; “Glamour/Elegante Donna”, Millennials uomo e Millennials donna. I quattro vincitori sono Decodence di Ishita Bajaj (dal Taiwan, Orchid Island), una collezione dedicata all’amore dello stilista Manolo Blahnik per la scacchiera da cui nasce una scarpa dalle tinte vivaci e da un’estetica originale che lascia intravedere influenze retrò. Vince con la calzatura Glamour/Elegante uomo e nello specifico con un mocassino in pelle con una suola decorata in parte a scacchi. E poi il progetto Impression di Kseniia Moskvina (dalla Russia) che ha vinto con il modello Glamour/Elegante Donna e una calzatura dalla doppia suola e rialzata ispirata ai colori naturali del pitone.  Altro progetto vincitore è Spettro di Ivana Favaretto (dal Messico) che ha vinto con il modello Millennials uomo e una scarpa con il cinturino in pelle scambiabile ipotizzato in diversi colori. Altro finalista e vincitore è il prototipo Layered di Shlomit Bela Tawfik (di Tel Aviv) con il modello Millennials donna per aver disegnato uno stivaletto con una zip davanti e un tacco scanalato. I prototipi esposti in mostra sono realizzati da Toscana Manifatture.

La mostra sarà aperta tutti i giorni, dalle ore 9 alle 16. Saranno in esposizione le calzature vincitrici, appartenenti alla collezione “Glamour” e alla collezione “Millennials”, dedicata ai più giovani, sia da uomo che da donna. Completano la mostra i bozzetti e i progetti realizzati per il contest.

Pitti Uomo, la giuria.

A giudicare i prototipi sui parametri di design, grado di innovazione, stile, sono stati Filippo Parri del brand di scarpe Stefano Bemer; Fabio Siddu, School Director di Istituto Marangoni Firenze; Samuele Seli, consigliere del consorzio Cuoio di Toscana; Luca Sani, vice presidente di Toscana Manifatture e Isabella D’Antono, direttrice di Italia 7.
Cuoio di Toscana è un cuoio da suola unico ottenuto con concia lenta al vegetale, un processo tradizionale basato sull’utilizzo di tannini naturali ricavati dal legno di castagno, mimosa e quebracho.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Segui ContattoNews.it su Facebook