CONDIVIDI
Conti correnti, come evitare rischi, controlli e accertamenti del fisco
Conti correnti e fisco, l’addio ad Equitalia, non alleggerisce la situazione, anzi, entra in azione un nuovo ente del fisco denominato l’Agenzia delle Entrate-Riscossione, come stabilito dal decreto legge del 22 ottobre 2016, n. 193 (successivamente convertito nella Legge 225/2016) recante “Disposizioni urgenti in materia fiscale e per il finanziamento di esigenze indifferibili”. E quindi l’ufficiale abolizione di Equitalia non comporterà un sollievo per i contribuenti in difficoltà – anzi, come spiega il sito di diritto ‘Studio Cataldi’ – il suo ‘alter ego’ si profila  ancora più “aggressivo” nelle procedure di recupero crediti, avendo, a differenza del predecessore, dalla sua maggiori poteri di indagine che si concretizzano nell’accesso alle banche dati degli enti creditori.

Diventa possibile il pignoramento diretto del conto corrente!

Infatti, dal prossimo primo luglio il pignoramento del conto corrente in occasione di debiti fiscali o cartelle esattoriali, diventerà più facile e rapido. La nuova struttura dell’Agenzia delle Entrate, avrà a sua disposizione l’accesso alla banca dati dell’Anagrafe Tributaria, potendo in seguito aggredire direttamente il conto corrente, nonché a quella dell’INPS, con possibilità di conoscere i dati relativi al rapporto di lavoro, per poter eventualmente procedere – in materia diretta e senza passare per il giudice – al pignoramento di stipendio, pensione, indennità ecc.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Segui ContattoNews.it su Facebook