CONDIVIDI
Papa Francesco, l'Angelus di oggi, domenica 18 giugno 2017, in Piazza San Pietro

Papa Francesco, l’Angelus di domenica 18 giugno 2017. Oggi, domenica 18 giugno 2017, in molti paesi, tra cui l’Italia, si celebra la festa del Corpo e Sangue di Cristo. La pagina del Vangelo da cui si trae la lettura di oggi è di San Giovanni. Gesù afferma: “Io sono il pane vivo disceso dal cielo. Il pane che io darò è la mia carne per la vita del mondo”. Nel significato di queste parole, spiega il Papa, sta la vita eterna: Gesù ci vuole dire che Dio Padre lo ha mandato sulla Terra per sacrificare la sua carne per noi. “Gesù, infatti”, spiega il Papa, “sulla croce ha donato il suo corpo e ha versato il suo sangue. Il Figlio dell’uomo crocifisso è il vero Agnello pasquale, che fa uscire dalla schiavitù del peccato e sostiene nel cammino verso la terra promessa. L’Eucaristia è sacramento della sua carne data per far vivere il mondo; chi si nutre di questo cibo rimane in Gesù e vive per Lui. Assimilare Gesù significa essere in Lui, diventare figli nel Figlio”.

Ieri, intanto, il Papa ha incontrato in Vaticano la cancelliera tedesca Angela Merkel, con cui ha dialogato per circa 40 minuti. La cancelliera ha portato dei doni al Papa: un dolce argentino, ed una collezione di cd di musica classica. Il Papa ha offerto alla Merkel i tre documenti del suo Magistero tradotti in tedesco, e cioè la Evangelii gaudium, la Laudato sii e l’Amoris laetitia. Il Papa e la cancelliera si sono trovati in perfetta sintonia su diversi temi, quali il prossimo G20, l’Africa e l’impegno dell’Europa ed il Trattato di Parigi, sottolineando il grande rimpianto per la decisione di Trump di portare gli Stati Uniti fuori da Cop 21.

Papa Francesco, l’Angelus di domenica scorsa, 11 giugno 2017.

In attesa dell’Angelus di oggi, domenica 18 giugno 2017, ricordiamo le parole del Papa di domenica scorsa, giorno in cui si è celebrata la festa della Santissima Trinità. La lettura del giorno ci ha spiegato l’origine delle parole di benedizione “La grazia del Signore Gesù Cristo, l’amore di Dio e la comunione dello Spirito Santo siano con tutti voi”. Queste sono le parole che San Paolo ha rivolto alla comunità di Corinto. San Paolo, fatta esperienza dell’amore di Dio, ha esortato i cristiano ad essere gioiosi, a farsi coraggio a vicenda, a vivere in pace. È solo attraverso l’esperienza della misericordia di Dio che la comunità cristiana può diventare un riflesso della comunione della Trinità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA