CONDIVIDI
Politica. Paolo Izzo, Radicali:

Politica, Paolo Izzo(Radicali), l’ultima lettera ai giornali. lo Lo scrittore e Radicale Paolo Izzo, in una delle sue consuete lettere ai giornali, fa una disamina delle nuove strategie politiche ed elettorali alla vigilia delle nuove scadenze elettorali, che hanno ad oggetto i cosiddetti diritti umani. Sottolinea Izzo: «In un tempo lontano, nei paraggi delle scadenze elettorali, la partitocrazia si contendeva il cosiddetto voto cattolico, mostrandoci una triste sfilata di personaggi politici che giocavano a chi sapeva genuflettersi con maggiore dedizione alle gerarchie ecclesiastiche. Da qualche anno, invece, la tattica sembra mutata, sebbene riguardi ancora i diritti civili e, si direbbe, umani. L’inseguimento, oggi, è sulla strada emergenziale, securitaria, persino patriottica e spesso vede i competitori impegnati nella disgustosa pratica del sorpasso a destra, che servirebbe per accaparrarsi il voto dei tanti “prima gli italiani!”.

Paolo Izzo, Radicali: “Il Destro-Sinistra avanza, anzi è già qui!”.

«Così – sottolinea Izzo – ci si litiga lo slogan “aiutiamoli a casa loro”, almeno anacronistico poiché, a pensarci prima che “casa loro” fosse un cumulo di macerie, forse avrebbe avuto anche un senso. E ritorna addirittura lo spauracchio della difesa della razza, che già dal Fertility Day mostrava le sue prime spore e che – negli intenti di un neonato Dipartimento “donne” – può finalmente diventare malattia virale, senza vaccini disponibili. Verrebbe quasi da dire che un Destro-sinistra avanza inesorabilmente, se non fosse che è già entrato nelle nostre case e nessuno sembra voler aiutarci», così lo scrittore e Radicale Paolo Izzo, in una delle sue consuete lettere ai giornali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Segui ContattoNews.it su Facebook