CONDIVIDI
Meteo, le previsioni del fine settimana, sabato 14 e domenica 15 ottobre 2017: bel tempo e caldo anomalo nel weekend

Meteo fine settimana dal 4 al 7 agosto 2017. Ondata di caldo record sull’Italia: 40 gradi a Roma, come ad Abu Dhabi, nella penisola arabica. Milano, con 35 gradi come Bangkok. E Campobasso, 36 gradi, come Il Cairo. Le temperature dovrebbero rimanere altissime fino all’inizio della prossima settimana. In molti casi, avvertono i meteorologi, verranno ancora superati record storici per il mese di agosto.

L’ondata di caldo, la quinta quest’anno, quindi non accenna a diminuire e ha già segnato alcuni record. Ad Alghero, con 42 gradi, è stato battuto il record di 40,4 gradi dell’agosto del 2003. A Firenze sono stati raggiunti ieri i 41,3 gradi, temperatura mai raggiunta prima d’ora nel capoluogo toscano. Record assoluti sono stati battuti anche a Perugia (40 gradi) e L’Aquila (38 gradi, temperatura estrema per una città a 700 metri sul livello del mare).

Meteo fine settimana dal 4 al 7 agosto 2017, tra oggi e domani il picco dell’ondata di caldo!

L’Italia è ancora nella morsa dell’Anticiclone Nordafricano che continuerà a favorire condizioni di caldo estremo a causa della rovente massa d’aria di origine sahariana che l’accompagna. Si tratta dell’ondata di caldo più intensa di questa estate perché insistente e duratura, ma soprattutto per via delle temperature estreme che si stanno registrando in ogni angolo del Paese. L’apice del caldo è atteso tra oggi venerdì 4 e domani sabato 5 agosto 2017. Da domenica, infatti, il caldo si attenuerà al Nord con l’arrivo di alcuni temporali seguiti da aria leggermente più fresca. Nei primi giorni della prossima settimana farà ancora caldo al Centro-Sud ma le temperature perderanno qualche grado allontanandosi così dai valori record di questi giorni. Il resto dell’Italia dovrà aspettare la seconda metà della prossima settimana per una deciso calo termico.

Ondata di caldo record: aumentano le richieste al pronto soccorso!

Le temperature altissime stanno provocando anche disagi e malesseri nella popolazione, sopratutto ad anziani e bambini. “In questo periodo di caldo torrido – ha detto Maria Pia Ruggieri, presidente nazionale della Società Italiana di Medicina di emergenza e urgenza (Simeu) – nei pronto soccorso italiani si sta registrando in media il 10 per cento di accessi in più, soprattutto in grandi città metropolitane, dove si arriva anche a picchi di aumento del 15 per cento rispetto ai 20 milioni di accessi annui”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Segui ContattoNews.it su Facebook