CONDIVIDI
Riforma pensioni, oggi 22 settembre 2017: pensioni anticipate, flessibilità, lavori di cura, età pensionabile

Riforma pensioni, le novità di oggi 9 agosto 2017. Le ultime news sul fronte pensioni vengono fornite da Orietta Armiliato, del gruppo Facebook Comitato Opzione Donna Social, che in un post di ieri ha fatto il punto sulle ultime novità in fatto di pensioni e previdenza. Ha così esordito la Armiliato:«Vi giro queste importanti informazioni che, se le dovessi titolarle, non avrei dubbi nel dire “tutto aperto per ferie”, infatti continuiamo a ricevere news, aggiornamenti e dichiarazioni da parte della politica e dei vari addetti ai lavori che, a conferma di quanto dicevamo qualche giorno fa, ha un suo moto perpetuo. Dunque: dopo aver letto attentamente l’interrogazione n.5-11535 a prima firma dell’on. Maria Luisa Gnecchi – Capogruppo PD Commissione Lavoro alla Camera, (trovate il testo integrale pubblicato sulla pagina) ho avuto molti dubbi circa l’interpretazione che i media ci hanno riportato.

Mi sono quindi immediatamente attivata per fugarli e, come sempre, ho trovato nella disponibilità dell’On. Davide Baruffi (PD-Comm.Lavoro) la spiegazione che cercavo ovvero, ha chiarito la questione dicendomi testualmente: “Si é chiesto in sostanza perché siano esclusi dal meccanismo dell’isopensione istituti quali cumulo e OD”. Quindi, come avevo inteso leggendo il testo ufficiale, l’interrogazione era mirata a quella fattispecie e NON già generalizzata al CUMULO CONTRIBUTIVO per poter accedere ad Opzione Donna piuttosto che per chi esodato abbia necessita di veder cumulati i contributi residenti nelle diverse casse.
Il capitolo dunque é ancora apertissimo ed auspichiamo ad una sua risoluzione che ponga fine a questa ingiustizia legislativa continuando a sostenere chi sta operando in questo senso.

Riforma pensioni, oggi 9 agosto 2017: Ape, pensioni anticipate, Opzione donna, Ape donna.

«Stamani, inoltre, mi giunge la segnalazione di un’amica che é iscritta anche ad altri gruppi pubblici che trattano la questione della Proroga dell’Opzione Donna che, contattato da parte di un membro del gruppo cui anche lei appartiene, il Prof. Tommaso Nannicini che dallo scorso maggio ricopre il ruolo di consigliere economico e membro della Segreteria nazionale del Partito democratico, così ha risposto alla domanda posta circa le sorti di Opzione Donna: “Io mi batto da tempo per un’opzione donna social che la estenda strutturalmente a chi è in difficoltà perché ha perso il lavoro. Detto questo, contraddicendo qualsiasi precetto evangelico, chi le fa credere che ci siano già le risorse per rendere strutturale opzione donna per tutte, mente sapendo di mentire. Purtroppo, a legislazione vigente (internazionale) sulle regole di bilancio, è una misura che impegna molte risorse pubbliche.”

In sintesi ma, in maniera esplicita, Nannicini ha ribadito quanto (purtroppo…) da tempo abbiamo capito e che, nonostante tutte le contestazioni ed opposizioni a questo consolidato concetto, sia per onestà intellettuale sia per oggettiva constatazione, corre l’obbligo di continuare a sottolineare affinché NON siano reiteratamente alimentate false aspettative su un possibile futuro della misura. Rimane il fatto che ognuna ha la sua convinzione ed il conseguente sacrosanto diritto di continuare a sostenerla come meglio ritiene anche illudendosi ma, personalmente, ribadirò ogni volta che sarà necessario che non si può e non si deve ingannare nessuno vendendo vane speranze, nessuno, specialmente le donne!»

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Segui ContattoNews.it su Facebook