CONDIVIDI
Amnistia, carceri, misure alternative, decreti delegati: le news ad oggi 20 novembre 2017

Amnistia e indulto, carceri e detenuti: le importanti novità sulla riforma dell’ordinamento penitenziario. Novità sul fronte carceri. Il Ministro Orlando ha annunciato che già nelle prossime settimane sarà possibile inviare una parte del lavoro del decreto attuativo di riforma dell’ordinamento penitenziario a Palazzo Chigi. Orlando ha poi annunciato che tutto il percorso dovrebbe venire concluso nel mese di dicembre. Il Ministro è intervenuto ieri mattina a Radio Radicale all’interno della trasmissione “Quota 3001” con Rita Bernardini e Giuseppe Rossodivita del Partito Radicale, e ha dichiarato: “È un percorso che prevede un passaggio nelle commissioni parlamentari che esprimono un parere e poi la deliberazione definitiva del Governo che tiene o non tiene conto dell’osservazioni sulle ipotesi di decreto. I tempi ci sono, li stiamo rispettando. Conto che le prime parti del lavoro saranno inviate entro il 15 dicembre, perché saranno più decreti delegati”.

Amnistia e indulto, carceri e detenuti, le ultime news ad oggi: le dichiarazioni del Ministro Orlando.

Orlando in trasmissione ha parlato dell’iniziativa non violenta proposta da Rita Bernardini e attuata da numerosi detenuti, circa 7500: si tratta di Satyagraha, l’iniziativa che prevedeva il digiuno da parte dei detenuti e la donazione del loro carrello alla Caritas. Orlando ha ringraziato i detenuti e la Bernardini: “Ringrazio i detenuti che hanno aderito al Satyagraha, Rita Bernardini per il suo costante impegno e il Partito Radicale di questa pressione, di questo lavoro di incoraggiamento e devo dire che è stato utile in questi anni avere il vostro costante pungolo. Però devo dire con molta onestà che ho giocato molto della mia attività di governo sul portare a termine il disegno di legge penale in cui è contenuta la delega sulla riforma dell’ordinamento penitenziario perché la ritengo essenziale. Non voglio farmi i complimenti da solo, ma ero in una posizione davvero complicata”.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Segui ContattoNews.it su Facebook