CONDIVIDI
Amnistia e indulto, carceri e detenuti: le ultime news al 4 settembre 2017: la situazione nel carcere di Fuorni a Salerno. 

Amnistia e indulto, carceri e detenuti, le ultime news al 4 settembre 2017: i commenti in conclusione della Carovana della Giustizia in Sardegna. Si è conclusa laCarovana per la Giustizia del Partito Radicale in Sardegna. Anche stavolta, dopo il successo delle Carovana in Calabria ed in Sicilia, l’iniziativa ha avuto un grande successo. Gli esponenti del Partito Radicale hanno visitato diverse carceri, e hanno raccolto altre firme per la separazione delle carriere e per l’iscrizione di nuovi membri al Partito Radicale. Il consigliere regionale Pd e presidente della Provincia di Nuoro Roberto Deriu è iscritto al Partito Radicale e ha annunciato l’iscrizione dell’avvocato Massimo Lai, commentando: “Spero che anche miei colleghi e cittadini nuoresi vogliano iscriversi al Partito Radicale perché oggi è importante sostenere il Partito Radicale Transpartito, cioè al di là degli schieramenti politici nazionali, che lotta per il diritto, per la giustizia, per la libertà e per i valori dell’umanità così come possono esprimersi nella realtà concrete. Per questo si parte dalle carceri, per questo si illuminano quei luoghi bui dove la nostra società vuole rinchiudere le cose scomode, i suoi prodotti scomodi”.

Amnistia e indulto, carceri e detenuti: le ultime news al 4 settembre 2017: la situazione nel carcere di Fuorni a Salerno. 

Nel carcere di Fuorni, a Salerno, i detenuti sono afflitti dal grave problema del sovraffollamento: la struttura potrebbe ospitare 380 persone, ma ne conta 500. Il senatore di Forza Italia Franco Cardiello ha denunciato questa condizione: “La situazione a Fuorni è esplosiva; non è tollerabile vedere ‘ammucchiati’ in una stanza fino a sette detenuti: quelle celle sono invivibili. I ristretti della sezione di alta sicurezza, che a differenza degli altri reclusi non possono beneficiare del regime aperto, hanno inoltre diritto solo a 90 minuti d’aria la mattina e il pomeriggio: davvero troppo poco per degli esseri umani”. Anche il segretario dell’associazione Radicale “Maurizio Provenza” Donato Salzano ha parlato dei gravi problemi del carcere di Fuorni: tra questi, la mancanza di un’area verde in cui i detenuti potevano incontrare i loro figli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA