CONDIVIDI
Amnistia e indulto, carceri e detenuti: le ultime news al 30 giugno 2017

Amnistia e indulto, carceri e detenuti, le ultime news all’8 settembre 2017: un altro detenuto suicida nelle carceri. Un nuovo caso di suicidio è avvenuto nelle carceri italiane, il quarantunesimo dall’inizio dell’anno. Un detenuto di 42 anni era stato condannato all’ergastolo per aver ucciso la moglie e la figlia nella loro casa a Pordenone. Il detenuto stava scontando la pena nella casa circondariale di Spini di Gardolo, a Trento, e si è tolto la vita durante l’ora d’aria, impiccandosi in cella con un cappio. Un agente di polizia penitenziaria ha subito provato a rianimarlo. Diversi tentativi sono stati effettuati anche dal personale del 118, ma senza successo. I sindacati denunciano la carenza di organico e la condizione di sovraffollamento. Leo Beneduci, il segretario dell’Organizzazione sindacale autonoma Polizia penitenziaria, ha sottolineato che: “Mancano 82 unità di Polizia penitenziaria su 214 e i detenuti presenti sono 340 rispetto ai 240 previsti dall’accordo fra lo Stato e la Provincia di Trento. Sono queste le cause di una morte che, benché di natura volontaria, avrebbe potuto, a nostro avviso, essere evitata”.

Amnistia e indulto, carceri e detenuti, le ultime news all’8 settembre 2017: si indaga sulla morte di un detenuto avvenuta in ambulanza.

Un detenuto di soli 42 anni del Marassi di Genova afflitto da problemi cardiaci è deceduto mentre era in ambulanza per essere trasportato in ospedale. Il detenuto, incriminato perché truffava in rete proponendo la vendita di auto di lusso (vendita che, una volta ottenuto un acconto, non avveniva), in quanto molto malato in carcere veniva seguito dall’equipe medica interna al carcere. Tra i medici che lo seguivano vi è la figlia del procuratore Cozzi, che ripetutamente aveva invitato il detenuto a sottoporsi ad un ricovero. L’uomo, dopo alcuni rifiuti iniziali, aveva acconsentito il ricovero ma è deceduto durante il trasporto. Il detenuto verrà sottoposto ad autopsia e la cartella clinica è stata sequestrata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

CONDIVIDI