CONDIVIDI
Riforma pensioni, oggi 11 settembre 2017: pensioni anticipate, Ape donna, flessibilità, prossimi incontri

Riforma pensioni, oggi 11 settembre 2017. Le ultime news sul fronte pensioni e previdenza vengono rilasciate da Orietta Armiliato, del gruppo Facebook Comitato Opzione Donna Social, che questa settimana ha rinviato di qualche giorno consueto punto del venerdí alla domenica, per poter fornire un punto più dettagliato e preciso dopo aver ascoltato le news dei vari interlocutori. Esordisce così la Armiliato nel post di ieri: «Carissime, il punto del venerdì questa settimana arriva in ritardo semplicemente perché ho voluto ascoltare le comunicazioni dei vari interlocutori per potermi creare un quadro generale che fosse il più chiaro ed obiettivo possibile poiché, anche se tutto appare fumoso e confuso in realtà, sfrondando le varie dichiarazioni ed andando al cuore dei fatti le cose, anche se non ci piacciono, sono piuttosto chiare. Gli attori: Il Governo ed i Sindacati. La sede: Tavolo di trattativa dei capitoli inseriti nel verbale di intenti siglato il 28/09/16. L’oggetto: Nella fattispecie il punto che riguarda le donne così rubricato: Valorizzare e tutelare il lavoro di cura a fini previdenziali».

Riforma pensioni, sconto contributivo e lavori di cura: le ultime news di Orietta Armiliato del CODS.

Evidenzia la Armiliato: «Durante l’incontro avvenuto 7 settembre scorso il Governo ha enunciato la sua proposta, ovvero questa: Sconto contributivo, Riconoscimento di un ammontare massimo pari a due anni (6 mesi per ogni figlio fino ad un totale di 4). Accesso: esclusivamente riservato alle donne ed alla misura dell’Ape Social. In sintesi questa sarebbe la contribuzione necessaria per l’accesso della platea femminile: dagli attuali 30 a 28 anni per le lavoratrici disoccupate; dagli attuali 36 a 34 anni per le lavoratrici impiegate in professioni usuranti come da elenco vigente».

«Quindi: ne prendiamo atto ma, anche con tutta la comprensione del mondo, dire che la proposta del Governo è una proposta minimalista è davvero riduttivo anche alla luce di quanto nel tempo era stato annunciato, per altro da soggetti che orbitano in campo governativo, e cioè che si stava progettando una misura di Ape Donna speciale e disegnata su misura e questa, da un certo punto di vista lo è ma, una “collezione” specie se ” prêt-à-porter” non può prevedere solo la taglia SMALL ….Questo, però, è stato solo il primo passo e anche dopo esserci confrontati con le parti sociali ed aver letto il loro orientamento, confermiamo che tutte le sigle unitariamente sono ben consapevoli che una risoluzione del genere NON rispetta affatto né quanto al verbale di intenti sottoscritto né quella che deve essere una norma praticabile per tutti. Quindi, il concetto è: Partiamo da lì ed andiamo avanti con proposte che non creino discrimine ed ulteriori iniquità in un mondo previdenziale come è quello vigente che è popolato da storture sebbene ci sia la volontà da parte di tutte le forze in campo di ridurre, fino ad eliminare completamente, le disparità esistenti».

Riforma pensioni, in programma il prossimo incontro per il 13 settembre 2017.

«Da parte nostra – conclude la Armiliato – al fine di poter lavorare con la tranquillità e con la lucidità che è d’obbligo quando si seguono e si supportano temi complessi come questi, attiviamoci per essere, rispetto alla questione, meno emotive: sull’onda dell’emotività quasi sempre si dicono e si compiono sciocchezze che possono essere deleterie sia per se stessi sia per il bene comune. Per adesso dunque, attendiamo le controproposte delle OO.SS che sappiamo essere ad uno studio più che avanzato e che verranno poste all’attenzione del Governo nella riunione schedulata per il prossimo giorno 13, nel frattempo, sosteniamo con criterio, buon senso e senza atti di terrorismo psicologico (come, ahi noi, è avvenuto in questi giorni anche in questo gruppo…purtroppo) i lavori in corso, tenendo ben presente che l’obiettivo che ci siamo poste con la costituzione del CODS e che abbiamo proposto alle istituzioni, è stato preso in considerazione ma auspicando di poter presto dire che è stato preso nella “completa e debita” considerazione. Auguro una buona domenica ricordandovi il nostro hashtag #lavorarePerlavorareCon oggi più che mai significativo e necessario».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

CONDIVIDI