CONDIVIDI
Terremoto in Messico: sisma di magnitudo 7,1, si temono centinaia di vittime

Terremoto Messico: la terra trema ancora con un terremoto di magnitudo 7,1. Si è aggravato a 217 vittime il bilancio del terremoto che ha colpito ieri sera il Messico, dove è stata registrata una scossa di magnitudo 7,1 (scala Richter). Soltanto nella Capitale hanno perso la vita 117 persone, l’altro grave bilancio è nello stato di Morelos con 72 morti e a Puebla con 43 decessi. Ma la United States Geological Survey (Usgs), l’agenzia scientifica del governo Usa per il territorio, ha stimato che i morti potrebbe arrivare a 1.000. A Città del Messico almeno 40 case o palazzi sono crollati o hanno subito danni di una certa importanza, secondo un primo bollettino diffuso dalle autorità municipali. Il responsabile della Protezione civile della capitale, Fausto Lugo, ha riferito che alcune persone sarebbero rimaste sepolte sotto le macerie degli edifici.

Messico: si temono centinaia di vittime sotto le macerie.

Il dramma della scuola Enrique Robsamen di Coapa, crollata ieri sera, si aggrava. Secondo quanto ha dichiarato Penha Nieto, nell’istituto sono morti almeno 21 bambini e quattro adulti. Le squadre di soccorso sono riuscite a mettere in salvo 11 bambini. Ma il bilancio rischia di aggravarsi ulteriormente: sono ancora da ritrovare 30 minori e quattro adulti. Il presidente si è recato nelle vicinanze della scuola privata di Coapa, che si trova nell’area sud-est di Città del messico, per verificare i lavori di soccorso. La United States Geological Survey (Usgs), l’agenzia scientifica del governo Usa per il territorio, ha stimato che potrebbe arrivare a 1.000 morti il bilancio del terremoto magnitudo 7.1 che è tornato a far tremare la terra in Messico, 12 giorni dopo il sisma 8.2 che ha causato 98 morti. L’Usgs ha lanciato un’allerta “arancione” sulle possibili vittime e “rossa” per l’impatto economico che, è stato spiegato, richiederà una significativa risposta a livello nazionale e internazionale.

Terremoto in Messico, gli aggiornamenti: la solidarietà per le popolazioni del Messico.

Aumenta il bilancio dei morti in Messico. Dopo il crollo della scuola Enrique Rebsamen di Città del Messico il bilancio sale a 36 morti, 32 bambini e 4 adulti. Quasi cinque milioni tra case, uffici, istituti e negozi sono senza elettricità. Inizia la solidarietà mondiale per le popolazioni del Messico: Save the Children si è immediatamente attivato per verificare i bisogni più urgenti delle persone colpite dal terremoto, e la Caritas di Bolzano-Bressanone ha inviato un aiuto di 15.000 euro dal fondo catastrofi per contribuire alle iniziative di sostegno messe in campo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Segui ContattoNews.it su Facebook