CONDIVIDI
Amnistia e indulto, carceri e detenuti, le ultime news al 29 settembre 2017

Amnistia e indulto, carceri e detenuti, le ultime news al 29 settembre 2017: la situazione nel carcere di Salerno. Un grave episodio è avvenuto nel carcere di Salerno. Un romeno di 18 anni è evaso, ma è stato ripreso dai carabinieri qualche ora dopo: il detenuto ha preso un autobus per Pagani, dove risiede, ma è stato catturato dai carabinieri. Il problema sicurezza si fa sempre più evidente e si fa specchio di quelle che sono due grandi problematiche delle carceri italiane: il sovraffollamento e la carenza di personale di polizia penitenziaria. A parlare della situazione è il direttore del carcere di Salerno, Stefano Martone: “Sicuramente, come tutte le carceri di Italia, viviamo un momento di difficoltà legato al numero esiguo di personale e una percentuale, crescente, di detenuti. Un aumento che supera il 15%. Abbiamo anche noi un sovraffollamento: registriamo circa 100 detenuti in più su una pianta organica che ne prevede circa 384. Il Ministero è a conoscenza delle criticità e sta lavorando per risolverle”. Anche il segretario nazionale del Sappe della Campania denuncia la situazione: “Sono anni, ormai, che denunciamo la gestione deficitaria della sicurezza. Abbiamo presentato una interrogazione parlamentare, depositato documenti, ci siamo rivolti al giudice del lavoro: non sappiamo più cosa fare. Sì, è una evasione annunciata”.

Amnistia e indulto, carceri e detenuti, le ultime news al 29 settembre 2017: la situazione nel carcere di Padova.

Anche nel carcere di Padova si registra un grave sovraffollamento. Il segretario generale del Sindacato Polizia penitenziaria (Spp) Aldo Di Giacomo denuncia il sovraffollamento della struttura: “A Padova ci sono circa 150 detenuti in più rispetto al previsto e sono aumentati del 700% gli eventi critici”. Molte situazioni, infatti, sono a rischio in questa struttura detentiva, basti pensare che ci sono 355 agenti per 580 detenuti ed inoltre ci sono 8 detenuti di origine musulmana a rischio radicalizzazione. “Negli scorsi mesi, sono stati trovati tanti telefonini all’interno della struttura. Sono aumentate le risse e le aggressioni ai danni degli agenti. La carenza del personale sta portando all’aggravarsi della situazione”, ha spiegato Di Giacomo. Qui puoi trovare tutte le ultime news su amnistia, indulto e carceri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Segui ContattoNews.it su Facebook