CONDIVIDI
Pensioni, incontro governo sindacati di oggi 16 ottobre 2017: l’intervista a Roberto Ghiselli (Cgil)

Sanità e la mobilitazione dei sindacati del 14 ottobre 2017. In programma per Sabato 14 ottobre 2017 la Giornata nazionale di mobilitazione pensata ed organizzata da Cgil, Cisl e Uil. Sui temi delle pensioni, dei giovani, dell’occupazione, della sanità e dei contratti la Cgil ha deciso di indire una giornata di mobilitazione dei i lavoratori, disoccupati, giovani e pensionati con dei presidi territoriali davanti a tutte le Prefetture d’Italia. Ne abbiamo discusso con il segretario confederale della Cgil, Roberto Ghiselli, con il quale, dopo aver parlato di obiettivi e priorità sul fronte pensionilavoro ed occupazione, abbiamo affrontato il tema della sanità.

Sanità e la mobilitazione dei sindacati del 14 ottobre: l’intervista a Roberto Ghiselli (Cgil).

Roberto Ghiselli ci spiega quelle che sono le emergenze del nostro attuale sistema sanitario:”L’universalità e la sostenibilità del nostro Sistema Sanitario Nazionale sono fortemente messe a rischio dalle scelte di progressivo de-finanziamento della spesa sanitaria. Anche nell’ultima Nota di aggiornamento del Documento di Economia e Finanza si prevede una riduzione dell’attuale 6,6 % della spesa sul PIL, già al di sotto della media UE, al 6,3% nel 2020. Il mutare dei bisogni di salute (cronicità, nuovi LEA, farmaci innovativi, non-autosufficienza e altro) necessiterebbe di un investimento in politiche di prevenzione, cura, riabilitazione e non invece del perseguimento di una politica dei tagli. Oggi milioni di persone ritardano o rinunciano alle cure – a causa dei costi e della difficoltà di accesso al servizio – e cresce la spesa privata delle famiglie solo in piccola parte intermediata dagli strumenti di sanità integrativa. Un quadro chiarissimo confermato dai diversi indicatori e che incide, prevalentemente, sugli strati di popolazione più fragili con carattere più accentuato nelle regioni maggiormente disagiate. La stessa attuazione del DPCM che istituisce i Nuovi Livelli Essenziali di Assistenza, attesi da anni, rischia di essere compromessa, in tutto il territorio nazionale, da una mancanza di copertura di circa 800 milioni di euro”.

Sistema Sanitario: obiettivi e priorità della Cgil nell’intervista a Roberto Ghiselli!

Ghiselli passa all’analisi delle proposte e del politiche d’intervento sostenute dalla Cgil in materia di sanità:”Per queste ragioni CGIL CISL UIL chiedono: il progressivo incremento del finanziamento del Sistema Sanitario Nazionale per allineare il livello di spesa sul PIL alla media degli altri paesi europei; la predisposizione di uno straordinario piano per la prevenzione e la promozione di sani stili di vita su cui investire in termini di risorse, mettendo a sistema campagne di sensibilizzazione, piani di prevenzione primaria e secondaria e percorsi di educazione alla salute, allo sport ed alla buona alimentazione: l’immediata eliminazione del superticket introdotto nel 2011 che rappresenta un ulteriore costo per le prestazioni di diagnostica e specialistica; la rimodulazione del sistema di compartecipazione alla spesa sanitaria per escludere dal pagamento dei ticket i soggetti in condizione di povertà percettori del reddito d’inclusione”.

Ed ancora: “Azioni strutturali mirate a realizzare un equilibrato rapporto tra strutture ospedaliere e servizi territoriali per avvicinare i cittadini ai presidi di salute; la garanzia dei livelli essenziali in tutto il territorio nazionale, in ambito sanitario sono noti i problemi di adeguatezza e di esigibilità dei nuovi LEA; vanno definiti interventi strutturali adeguatamente finanziati per qualificare i servizi nel Mezzogiorno al fine di ridurre la mobilità passiva sanitaria (valore attuale 4,154 miliardi di euro); l’introduzione di meccanismi anche di natura organizzativa per fare fronte al problema delle liste d’attesa al fine di garantire in tutti i territori l’accesso ai servizi; l’incremento del finanziamento del fondo per la non-autosufficienza; un intervento sulla dotazione del personale per garantire la stabilizzazione e l’adeguatezza degli organici per rendere realmente esigibili i Livelli Essenziali di Assistenza”.

Per la tutela delle pensioni, dei giovani, dell’occupazione, della sanità, e dei i contratti CGIL CISL UIL si mobilitano il 14 ottobre 2017 ed invitano i lavoratori, i disoccupati, i giovani, i pensionati a partecipare alla prima giornata di mobilitazione. Ringraziamo Roberto Ghiselli, segretario confederale della Cgil, per la cordiale disponibilità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Segui ContattoNews.it su Facebook