CONDIVIDI
Riforma pensioni oggi 12 ottobre 2017: incontro governo sindacati, Ape, precoci, lavori di cura, età pensionabile

Sembra che sia stato fissato il nuovo tavolo tra governo e sindacati sul fronte riforma delle pensioni e lavoro. Lo ha dichiarato Cesare Damiano, Presidente della Commissione Lavoro alla Camera: “Da ambienti di Palazzo Chigi è giunta notizia della fissazione dell’incontro conclusivo con i sindacati sul tema del lavoro e delle pensioni, che dovrebbe avvenire la prossima settimana. Si tratta di una scelta importante e tempestiva in vista dell’apertura della discussione sulla legge di Bilancio. Il tema della previdenza deve far parte della manovra e andranno affrontati alcuni argomenti: va corretta l’APE sociale equiparando i contratti a termine a quelli a tempo indeterminato; va individuata una misura che riconosca i lavori di cura ai fini pensionistici; va spostata a giugno del 2018 la decisione circa l’innalzamento dell’età previdenziale che dovrà comunque scattare dal 2019”, conclude.

Riforma pensioni, oggi 12 ottobre 2017: legge di Bilancio, età pensionabile.

Pochi giorni fa Damiano si era così espresso a margine di un convegno a Siena rispondendo ad una domanda sulla legge di bilancio e i rapporti con Mdp Articolo 1.:“Insisto nel chiedere al Governo di non procedere col decreto di fine anno a sancire l’innalzamento a 67 anni dell’età pensionabile a partire dal 2019”. “Nel nostro parere abbiamo chiesto il rinvio di questa decisione al giugno del prossimo anno, abbiamo tempo per meditare”, ha detto Damiano che ha poi aggiunto: “Mi auguro che Mpd non si opponga alla definizione della legge di bilancio anche perché ci stiamo sforzando di avere alcuni obiettivi come la crescita, penso al consolidamento del super ammortamento per l’acquisto di macchinari e di nuove tecnologie e il lavoro dei giovani con gli incentivi che questa volta, a differenza di quanto si è fatto con il job act, dovrebbero essere strutturali e lineari”.

Riforma pensioni, lavori di cura, Ape donna, precoci e quota 41, le news dell’onorevole Anna Giacobbe.

In un’intervista di pochi giorni fa a Blastingnews, l’onorevole Anna Giacobbe, membro della commissione lavoro alla Camera, ha parlato di lavori di cura e Ape donna, ed ha dichiarato: “Le donne hanno subito più di altri l’innalzamento repentino e senza gradualità dei requisiti per andare in pensione: le differenze di opportunità e di reddito tra donne e uomini rimangono presenti”. Secondo l’onorevole Giacobbe sarebbe necessario riconoscere alle donne il lavoro di cura e lo svantaggio nella crescita professionale e nella stabilità del lavoro, anche sul piano previdenziale. Sul fronte APE, sarebbe importante verificare la possibilità di introdurre correttivi alla normativa vigente, per consentire a tutti coloro che sono in possesso dei requisiti previsti di accedere ai medesimi benefici. Secondo la Giacobbe, non si possono perdere risorse già messe a disposizione per sostenere categorie svantaggiate o chi ha iniziato a lavorare molto presto.

Pensioni dei giovani, sanità, contratti, le news di Nino Baseotto.

Sul fronte pensioni ed occupazione si è espresso anche Nino Baseotto, segretario confederale della Cgil, a RadioArticolo1: “Chi un tempo faceva il presidente del Consiglio, senza grandissima fortuna per altro, ci ha definiti dei puffi. Ebbene, non so se i puffi siano testardi, so però che abbiamo lavorato testardamente con Cisl e Uil per tenere vivo un filo di discussione e di iniziativa unitaria. Si poteva fare di più? Certo, ma anche di meno. E io credo che sia importante il fatto che sabato staremo insieme in tutte le piazze italiane con presidi e manifestazioni per parlare delle pensioni dei giovani, dell’occupazione, della sanità e dei contratti. È il segnale che il sindacato c’è”.

Riforma pensioni, lavoro, ed occupazione femminile: le news di Mario Melchionna. 

Sul fronte pensioni e lavoro è intervenuto Il segretario generale, Mario Melchionna della Cisl IrpiniaSannio. Presso l’auditorium “Al Cilindro Nero” di San Giorgio del Sannio, come riporta ntr24, si è riunito in questi giorni il Consiglio Generale della Cisl IrpiniaSannio per affrontare argomenti di rilevanza nazionale e territoriale inerenti il mondo del lavoro e dei pensionati. Mario Melchionna si è soffermato sul lavoro che la Cisl IrpiniaSannio dovrà realizzare nei prossimi mesi per affrontare le tante vertenze presenti sia sul territorio Irpino che Sannita. “La necessità – dichiara Mario Melchionna – di cambiare le pensioni in questo Paese, l’emergenza lavoro per i giovani, la difesa dell’occupazione, il garantire a tutti una sanità efficiente, ed il rinnovo dei contratti a partire da quelli pubblici, sono le emergenze che il sindacato dovrà affrontare da oggi e per i prossimi mesi. Per tale motivo in tutta Italia, il prossimo 14 ottobre si terrà una giornata di mobilitazione dinanzi le Prefetture per sostenere le proposte che il sindacato ha avanzato al Governo Nazionale.

Accanto a questi elementi di approfondimento la Cisl IrpiniaSannio, affronterà con grande impegno il tema della occupazione giovanile e femminile in modo particolare, visto che le nostre aree interne continuano a registrare un continuo ed inesorabile spopolamento delle nostre splendide realtà, che difficilmente potranno riprendere vigore se non vi sono più cittadini ed in particolare giovani”. Qui puoi trovare le ultime news e novità su riforma pensioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Segui ContattoNews.it su Facebook