CONDIVIDI
Linea Blu, le anticipazioni di domani sabato 28 ottobre 2017: un viaggio tra Anzio e Nettuno!

Linea Blu, anticipazioni della nuova puntata. Il prossimo appuntamento di Linea Blu, con Donatella Bianchi, in onda domani sabato 28 ottobre alle 14.00 su Rai1, sarà un viaggio lungo la costa sud del litorale Laziale. Si parte da Nettuno, dalle Grotte di Nerone per arrivare ad Anzio tra storia, architettura e diporto, un periplo alla scoperta di un “insolito” litorale romano. Un’estensione di 1600 metri, grande quanto una ventina di campi di calcio, un ambiente di coralligeno dominato da gorgonie rosse, colonie di corallo nero e corallo rosso: a largo di Anzio, ad una profondità compresa tra i 35 e i 45 metri di profondità, la ricchezza di vita della Secca di Costacuti, meravigliosa oasi su un fondale sabbioso, e il caso della “misteriosa” gorgonia gialla.

Uno splendido viaggio lungo le coste del litorale laziale a Linea Blu, sabato 28 ottobre 2017!

Dall’antica sorgente sotto le mura alle caratteristiche ed impervie vie del centro storico: aneddoti e curiosità di Nettuno, la “città del baseball”. Una superficie di oltre 1500 ettari interamente recintata, l’area boschiva alla foce del fiume Astura, il paesaggio relittuale dell’agro pontino: nel suggestivo contesto di Torre Astura, costruita su un isolotto artificiale di epoca romana, il poligono militare UTTAT di Nettuno, fondato nel 1888, e il suo strategico ruolo nella tutela e conservazione di un ambiente ad elevato valore naturalistico.

E poi la storia: il 22 gennaio 1944 dai mezzi navali inglesi e americani iniziano a sbarcare, su un ampio tratto della fascia costiera, 50.000 uomini e 5000 veicoli. Sul litorale, a bordo di una mitica Jeep Willis, perfettamente restaurata, il racconto di una delle più celebri azioni della II Guerra Mondiale, quella dello sbarco Alleato ad Anzio e Nettuno, nota anche operazione “Shingle”. Piccola pesca: a largo dell’”Arco Muto”, ultima testimonianza della grandiosa villa imperiale di Nerone, rovinosamente crollato in seguito ad una violenta mareggiata, a bordo del peschereccio “Katia”, il ritiro delle reti e la vendita del pescato nel porto di Anzio. Archeologia: nel porto di Anzio, sulle tracce delle strutture romane edificate da Nerone nel primo secolo d.C. e, in un’ottica di tutela dell’ambiente e delle antiche vestigia romane, l’ambizioso progetto per la  realizzazione di un nuovo e moderno porto. A Gaeta, con Fabio Gallo, gli impianti dell’acquacoltura per l’allevamento di spigole ed orate.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Segui ContattoNews.it su Facebook