CONDIVIDI
Riforma pensioni, oggi 23 ottobre 2017: Ape sociale e volontaria, pensioni anticipate e minime, legge di Bilancio

Pensioni anticipate: la protesta di Filt Cgil e Fillea. Le pensioni anticipate sono ancora un miraggio per i lavoratori che hanno presentato domanda d’accesso all’Ape sociale o alla misura per i precoci e si sono visti respingere l’istanza. Come riportato dal Corriere delle Alpi, un gruppo di rappresentanti della Filt Cgil e Fillea si recherà giovedì davanti alla sede dell’Inps di Belluno per protestare contro il mancato accoglimento delle domande d’accesso alle pensioni anticipate per quanti svolgono lavori pesanti e usuranti.

Alessandra Fontana e Marco Nardini, rispettivamente segretari della Filt e della Fillea, sottolineano che non aver accolto le domande di tali lavoratori “non va bene, perché abbiamo fatto una cernita di tutte le domande pervenuteci per accedere a questo strumento messo in piedi dal Governo per dare la possibilità a chi svolge un lavoro usurante di andare qualche tempo prima in pensione”.

I sindacalisti aggiungono:”Speriamo di poter avere il sostegno anche delle altre sigle sindacali e della Camera del lavoro”. “Infatti il problema riguarda tutti”, sottolinea Nardini, “anche se perlopiù i nostri comparti sono quelli più faticosi, dove le persone dopo quarant’anni sono “davvero rotte”,  tanto che non riescono più a salire con la stessa agilità sulle impalcature mettendo a rischio, in questo modo, anche la loro incolumità”.

Prosegue Fontana:”E cosa dire di chi lavora sulle strade, freddo, neve, vento, pioggia, caldo torrido lì sull’asfalto a sistemare le strade: anche questa è un’occupazione che mette in serio pericolo la salute dei lavoratori e quindi per loro abbiamo chiesto la possibilità di andare a casa con un po’ di anticipo”

I leader sindacali precisano:”Non è questo il modo in cui deve comportarsi un ente statale come l’Inps che, a dispetto di quanto previsto dal Ministero, ha invece rigettato le domande. A questo punto ci chiediamo chi detta le regole: è il Governo o un suo ente che dovrebbe solo applicare le leggi che arrivano dal Palazzo Chigi? Per questo saremo in strada giovedì per dire “no” a questo sistema di procedere dell’Inps”.

Riforma delle pensioni: la mobilitazione di Fillea Cgil, Filca Cisl e  Feneal Uil.

In tema di pensioni e riforme, i segretari generali di Fillea Filca Feneal annunciano di essere  pronti a continuare la mobilitazione con iniziative di lotta adeguate e necessarie a sostegno delle rivendicazioni unitarie Cgil Cisl Uil. Le categorie sono impegnate insieme alle Confederazioni per una modifica del sistema previdenziale “al fine di riconoscere che i lavori non sono tutti uguali e che, ad aspettative di vita diverse e a lavori più gravosi ed usuranti come i nostri, devono corrispondere uscite anticipate e flessibili, superando le rigidità e le ingiustizie dell’attuale Legge Fornero.

“Le stesse manifestazioni unitarie dei lavoratori edili del 25 maggio scorso a sostegno di queste richieste e a sostegno della piattaforma unitaria confederale”,  ricordano i segretari, “sono state alla base del confronto con il Governo e con le diverse forze politiche, dopo la prima intesa del settembre 2016 che prevedeva due fasi, la prima attuata, la seconda no. Nella seconda fase, purtroppo, per i lavoratori dell’edilizia e delle costruzioni (e non solo), le risposte non ci sono state e pertanto riteniamo la vertenza ancora aperta e le richieste unitarie ancora in campo.”

I sindacati si dicono soddisfatti per le dichiarazioni di molti esponenti del governo, circa l’opportunità di un rinvio dell’aumento dell’età pensionabile. Ma qualora il Governo e il Parlamento dovessero confermare il non rispetto dell’intesa sottoscritta con Cgil Cisl Uil “in particolare sul tema della pensione di garanzia per i giovani e i lavoratori discontinui e sul tema della diversificazione delle uscite pensionistiche per i lavoratori più gravosi ed usuranti, continueremo la mobilitazione, lanciando sin dai prossimi giorni una campagna di sensibilizzazione con assemblee in tutti i luoghi di lavoro”, concludono i leader di Feneal Filca Fillea. Qui puoi trovare le ultime news e novità su riforma pensioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Segui ContattoNews.it su Facebook