CONDIVIDI
Italia-Svezia: la partita finisce con un pareggio senza reti. Gli azzurri non andranno ai Mondiali

Mondiali di calcio di Russia 2018: l’Italia pareggia 0-0 con la Svezia, gli Azzurri non si qualificano. Tra gli alibi delle occasioni sprecate e quelli della sfortuna la Nazionale non riesce a segnare neppure un gol in 180′ agli svedesi, che vanno in Russia e finiscono in terza fascia. L’arbitro nega agli azzurri almeno un rigore pulito, ma gli avversari ne meritavano due.

L’Italia fuori dai Mondiali: non accadeva dal ’58

L’Italia non andrà ai Mondiali, non accadeva precisamente  da sessanta anni. L’ultima edizione che ha visto gli Azzurri assenti fu quella del 1958 . San Siro non ha fatto il miracolo pur se questa Nazionale non è stata nemmeno lontana parente di quella scialba vista a Stoccolma. Ventisette tiri in porta, 40 cross, il 76% di possesso palla, ma non aver fatto un gol alla Svezia in 180’ non fa onore alla squadra.

La notte di San Siro è una lunga agonia. L’Italia è troppo lenta e improvvisata per mettere alle corde la Svezia, che bada soprattutto a difendere il prezioso 1-0 dell’andata. Jorginho, regista al posto di De Rossi, cerca di impreziosire la manovra ma è spesso ignorato, mentre sulle fasce non riusciamo quasi mai a sfondare. Mancano ritmo, organizzazione, lucidità, anche, come già detto, un briciolo di fortuna. Il ct Ventura le ha provate tutte, gli azzurri hanno finito con 4 attaccanti (El Shaarawy, Bernardeschi, Immobile e Belotti) più l’aggiunta di Bonucci, più Buffon nell’ora della disperazione ma nessuno ha schiacciato il tasto giusto. Da sottolineare lo scarso valore dell’arbitraggio dello spagnolo Lahoz che non vede quattro rigori su quattro, due per parte. Questa partita segna il fallimento di una gestione tecnica e federale: il ct Ventura a fine ciclo. Si fanno i nomi per gli eredi: Conte o Ancelotti i possibili sostituti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Segui ContattoNews.it su Facebook