CONDIVIDI
Riforma pensioni, oggi 14 novembre 2017. Ultime novità su Ape sociale, precoci, legge di bilancio ed età pensionabile

Riforma delle pensioni: ieri la giornata del confronto. La giornata di ieri è stata dedicata al confronto tra Governo e sindacati sul tema delle pensioni. Sulla previdenza incontro “tecnico”, al mattino, tra le sigle sindacali ed i rappresentanti dell’Esecutivo e “politico”, nel pomeriggio, tra il Premier Gentiloni e le parti sociali. Al termine delle riunioni il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso, ha definito come “insufficienti” le proposte del Governo.

I rappresentanti della piattaforma sindacale e l’esecutivo si rivedranno sabato 18 novembre alle 10, per quello che dovrebbe essere, nei programmi, l’incontro definitivo nell’ambito del confronto sulla riforma delle pensioni. “Le proposte del Governo sono ampiamente insufficienti e non prospettano un percorso facile. Avere rinviato a sabato non si traduce in un assenso della Cgil alle soluzioni proposte“, viene chiarito con un tweet ufficiale.

Riforma delle pensioni: le novità dal vertice di ieri tra Governo e sindacati.

Camusso, nel commentare l’esito delle riunioni sulle pensioni con i rappresentanti del Governo ha sottolineato che l’accordo non è stato raggiunto. “Continua il lavoro, le distanze sono molto significative e le proposte fatte oggi non delineano una facile soluzione dei problemi affrontati“, ha chiarito. Riferendosi al prossimo appuntamento, Camusso ha precisato:”Il Governo dovrebbe impegnare questo tempo per definire una risposta ai punti della nostra piattaforma, perché oggi pomeriggio mancavano molti aspetti, primi tra tutti le pensioni dei giovani, il lavoro di cura, la previdenza complementare per i privati“. Secondo il leader della Cisl, Annamaria Furlan, “alcune proposte del governo sono molto buone, altre vanno corrette, altre non ci sono”.

“Verba volant, scipta manent”, ha  dichiarato il segretario generale della Uil, Carmelo Barbagallo.“Un testo scritto ci consentirà di fare valutazioni di merito più appropriate sulle proposte del Governo e sullo stato della trattativa”, ha chiarito “Dovremo fare tutto il possibile”, ha proseguito Barbagallo, “affinché in questa settimana maturino altre risposte che, allo stato, consideriamo ancora insufficienti”.

Il leader della Uil ha ricordato che restano da determinare i capitoli relativi ai giovani, alle donne, alla previdenza complementare e al meccanismo dell’aspettativa di vita. “E’ positiva la disponibilità a istituire le due commissioni, “ha proseguito Barbagallo, “per verificare, l’una, la gravosità dei lavori e, l’altra, la possibile separazione della previdenza dall’assistenza: anche questi punti vogliamo che siano definiti per iscritto”. Barbagallo, infine, ha chiesto che tutte le risorse risparmiate in questi anni sul fronte previdenziale siano  riutilizzate sempre per questa finalità.

Il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, al termine del confronto con i sindacati ha dichiarato:” “Abbiamo ribadito e confermato le proposte” dei diversi incontri con i sindacati, “abbiamo ribadito la convinzione del governo che il collegamento dell’età pensionabile all’aspettativa di vita sia un pilastro del sistema previdenziale e vada salvaguardato”. Sabato le parti si incontreranno “sulla base dell’impegno del governo a predisporre il materiale con tutte le risposte”, ha concluso. Qui puoi trovare le ultime news e novità su riforma pensioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Segui ContattoNews.it su Facebook