CONDIVIDI
Riforma delle pensioni. Le ultime novità ad oggi 24 novembre 2016

Pensioni anticipate, novità sul regime sperimentale Opzione donna. Novità per le pensioni anticipate al femminile. E’ stato presentato un emendamento al disegno della legge di Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2018 e bilancio pluriennale per il triennio 2018-2020 per la proroga del regime sperimentale opzione donna a tutto il 2018. Di seguito proponiamo il testo integrale dell’emendamento all’art. 22, con firmatari i senatori De Petris, Barozzino, Petraglia e De Cristofaro di Sinistra Italiana – Sinistra Ecologia Libertà, assieme ai senatori Guerra, Ricchiuti, Fornaro e Pegorer di Articolo 1 – Movimento democratico e progressista.

Pensioni anticipate: emendamento alla Legge di Bilancio per la proroga di Opzione donna al 2018. 

Dopo l’art 22, aggiungere il seguente: 22 bis. (Opzione Donna)

1.Al fine di prorogare il regime sperimentale di cui all’articolo1, comma 9 della legge 23 agosto 2004, n° 243, la facolta ivi prevista è estesa anche alle lavoratrici che maturano i requisiti previsti dal medesimo comma, adeguati agli incrementi della speranza di vita ai sensi dell’articolo 12 del decreto-legge 31 maggio 2010, n°78, convertito, con modificazioni, dalla legge 30 luglio 2010, n°122, e successive modificazioni, entro il 31 dicembre 2018 ancorché la decorrenza del trattamento pensionistico sia successiva a tale data, fermi restando il regime delle decorrenze ed il sistema di calcolo delle prestazioni applicati al pensionamento di anzianità di cui al predetto regime sperimentale.

2. Ai fini del concorso alla copertura degli oneri previdenziali derivanti dalla proroga della sperimentazione di cui al comma precedente, al netto dei dati di consuntivo e del monitoraggio di cui all’articolo 1, comma 281, secondo periodo e terzo periodo, della legge 28 dicembre 2015, n°208, e relativi alla conclusione della sperimentazione, si provvede fino a concorrenza del relativo fabbisogno con quote parte delle maggiori risorse derivanti dalle disposizioni di cui al successivo comma 3.

3. A decorrere dal 1° gennaio 2018 la percentuale del prelievo erariale unico sugli apparecchi di cui all’articolo 110, comma 6, lettera b) del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza, di cui al regio decreto 18 giugno 1931, n°773, e successive modificazioni, come rideterminata dall’articolo 6 comma 1, del decreto-legge 24 aprile 2017, n°50, è fissata in misura pari al 7% dell’ammontare delle somme giocate. Qui puoi trovare le ultime news e novità su riforma pensioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Segui ContattoNews.it su Facebook