CONDIVIDI
Riforma pensioni, oggi 8 febbraio 2018: le novità su pensioni anticipate e proroga opzione donna

Riforma pensioni, le ultime novità. Il punto sul fronte pensioni e previdenza della settimana appena trascorsa viene fatto da Orietta Armiliato del Comitato Opzione Donna Social. Nel post “Dove siamo e dove stiamo andando“, pubblicato ieri sulla pagina del gruppo la Armiliato parte da un bilancio dell’incontro di sabato tra governo e sindacati:”Carissime, che il sentiero fosse stretto, lo avevamo capito e dunque ci eravamo già messe nell’ottica di percorrerlo una per volta in fila indiana ma, da quanto è emerso nell’incontro di ieri fra il Governo e le Organizzazioni Sindacali, più che stretto mi sembra impraticabile anzi, proprio targato “off limits”. Inutile commentare oltre, lo abbiamo fatto mano mano che le agenzie ci davano aggiornamenti e che, praticamente in tempo reale, abbiamo condiviso e comunque dai vostri commenti sia quelli postati sulla pagina pubblica sia quelli che ho ricevuto in privato, emerge che la posizione condivisa è quella enunciata da Cgil e Uil, mentre quella più rinunciataria ancorché condivisibile per parte, assunta dalla CISL, non ha ricevuto molti consensi….”.

Il nuovo incontro tra governo e sindacati sulle pensioni e legge di Bilancio.

“In ogni caso – evidenzia la Armiliato – è stato schedulato ancora un incontro per il prossimo martedì che sarà presumibilmente l’ultimo essendo ormai a ridosso della chiusura del passaggio del disegno della legge di bilancio al Senato. A tal proposito vi segnalo che la discussione del testo, così come stabilito dalla Capogruppo, è stata programmata a partire dalle ore 16,30 di lunedì 27 Novembre dove è incluso anche un provvedimento che ci riguarda all’articolo 22 (che allego). Naturalmente si dovrà tenere conto del voto dell’aula per poterne parlare compiutamente ma, se almeno questo si potesse portare a casa dati i tempi che corrono…potremmo prender atto, anche se per una micro parte, che il nostro lavoro a qualche cosa è servito ma, soprattutto e cosa non di poco conto, si sarebbe aperta quella famosa porta che da accesso al percorso del riconoscimento del valore dei lavori di cura“.

Opzione donna e cumulo gratuito, le considerazioni di Orietta Armiliato del CODS.

La Armiliato fa alcune precisazioni sulle polemiche sorte negli ultimi giorni in merito all’utilizzazione dei fondi del Contatore:”Oggi, in maniera molto sleale e con un corredo di considerazioni che definire di basso profilo è sicuramente molto riduttivo, nei due gruppi che si occupano della proroga dell’istituto dell’Opzione Donna, si è parlato o meglio sparlato del Cumulo gratuito dei contributi per poter accedere alla misura dell’Opzione Donna per le donne rimaste escluse e per gli esodati che hanno avuto la medesima nefasta sorte, istanza che il CODS sostiene da sempre e che denuncia una delle più significative iniquità del sistema previdenziale vigente. Ora, la preoccupazione di queste “signore” nasce dal fatto che un tale, che da tempo imperversa con idiozie di ogni tipo sul tema della previdenza femminile fomentando odi e cattiverie inenarrabili sostiene ed ha un discreto seguito sul web e dunque riceve consensi, che NON ci sarà una Proroga della misura, poiché il parlamento prediligerà la scelta di portare avanti l’istanza cumulo, adoperando i fondi del cd. Contatore che, a detta sempre di costui/costoro, sarebbero appannaggio esclusivo della Proroga di OD.

Naturalmente speculano su questo, dimenticando che, anche se fosse, la legge non dice che possono essere utilizzati per provvedimenti analoghi? Risposta) Esattamente dice questo! Domanda) E questo non lo sarebbe? Risposta) Certo che lo è! Domanda) E le donne che avrebbero i requisiti per accedere con i parametri richiesti dalla legge originale, potendo sommare i loro contributi oggi residenti in più casse, avrebbero meno diritto di chi ha fatto richiesta affinché una legge sperimentale che ha esaurito i termini della sua sperimentazione fosse confermata o prorogata? Risposta) [Se siete intellettualmente onesti, avreste il dovere di dare tutti quanti la stessa risposta ossia]: SÌ! Un sorriso, sempre e comunque a tutti, anche ai detrattori che sicuramente, più di altri, ne hanno bisogno”, conclude la Armiliato. Qui puoi trovare le ultime news e novità su riforma pensioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Segui ContattoNews.it su Facebook