CONDIVIDI
Serie A, 14esima giornata: nessun big match, ma sabato è lotta tra squadre a rischio retrocessione.

La quattordicesima giornata di serie A, che si apre sabato 25 novembre, non vede entusiasmanti scontri diretti. Contrariamente alla tredicesima, ricca di big match in cui a pagare dazio sono state soprattutto Lazio, Milan e Juve, la quattordicesima prevede solo sfide a distanza.

Serie A: Il programma di sabato 25 novembre 2017

Il programma del sabato è ricco, in campo si sfidano Bologna-Sampdoria alle ore 15.00, Cagliari-Inter alle ore 20.45, Chievo-Spal e Sassuolo-Verona entrambe alle 18.00. Quest’ultime due partite costituiscono un un quadrangolare “da salvezza” sebbene il Chievo, che ospita la Spal, possa legittimamente obiettare sull’etichetta, forte dei suoi 17 punti. Le altre tre sono nella lotta contro la retrocessione. Per il Verona a Sassuolo vale più o meno il discorso del Benevento: non possono perdere occasioni. Il tecnico veronese Pecchia rischia ma anche quello del Sassuolo Mapei ha poco di cui stare tranquillo: la vittoria coi campani del Benevento è arrivata in modo rocambolesco, al novantaquattresimo minuto e dopo 3 k.o. di fila nelle precendenti partite.

Per quanto riguarda l’Inter Spalletti cambierà pochissimo a Cagliari.Passando alla Sampdoria è squadra solida e strutturata. Nella trasferta di Bologna Giampaolo può ottenere risposte: se passa, convincendo ancora, sarà il caso di prendere i blucerchiati sul serio

Serie A: Il programma di domenica 26 novembre 2017 e il posticipo di lunedì.

Si sfidano domenica alle 15: Genoa-Roma, Milan-Torino, Udinese-Napoli. Alle ore 18 Lazio-Fiorentina. Alle 20.45 c’è Juventus-Crotone. Il posticipo di lunedì 27 novembre vede alle 20.45 Atalanta-Benevento.

Un motivo di interesse è vedere il debutto dell’Udinese di Massimo Oddo. Il nuovo allenatore dei friulani ha blindato gli allenamenti in settimana, e la nuova forma dei bianconeri si scoprirà solo domenica alle 15, contro la prima in classifica. C’è curiosità perché pur non avendo mai vinto con il Pescara, Oddoaveva fatto vedere idee di gioco e lampi di “bellezza”. Stavolta ha decisamente più qualità ed esperienza a disposizione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Segui ContattoNews.it su Facebook