CONDIVIDI
Amnistia, indulto, carceri, detenuti, sovraffollamento: le ultime news ad oggi 8 dicembre 2017!

Le ultime news dal mondo delle carceri ad oggi, 30 novembre 2017. Il Partito Radicale continua le sue visite all’interno delle carceri italiane. Nei giorni scorsi una delegazione dei radicali, insieme a quindici studenti del Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali dell’Università della Calabria e due docenti di diritto penale sono stati nella Casa Circondariale di Paola. Al momento, nel carcere di Paola non vi è il problema del sovraffollamento, ma ci sono diciotto tossicodipendenti, un sieropositivo, sei affetti da epatite C e quaranta detenuti con problemi psichici. All’interno della astruttura si sono verificati, nel corso dell’ultimo anno, ci sono stati due tentati suicidi e tredici atti di autolesionismo, che non sono sfociati in tragedia per merito del pronto intervento degli agenti di polizia penitenziaria.  Un altro problema riguarda proprio gli agenti di polizia penitenziaria, che sono in carenza di personale.

Amnistia e carceri, le ultime news: la visita dei Radicali a Paola. 

Luci ed ombre, dunque, nel carcere di Paola. Qui sono ben 82 i detenuti che lavorano per l’amministrazione penitenziaria, ed inoltre è stato emesso un giudizio positivo per quanti riguarda il trattamento riservato ai detenuti. Emilio Enzo Quintieri, capo della delegazione dei Radicali, ha però un appunto da fare: “Debbo denunciare per l’ennesima volta che, nonostante le ripetute rassicurazioni fornitemi dai vertici del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria, non è stato ancora avviato il modello operativo della sorveglianza dinamica, nemmeno nella Prima Sezione detentiva, individuata dai Tecnici del Provveditorato Regionale per la Calabria per divenire a “custodia aperta”. Mi si continua a ripetere che debbono essere realizzati dei lavori di adeguamento e che per l’esecuzione degli stessi non sono state elargite le necessarie risorse economiche da parte degli Uffici Superiori. È più di un anno che sto insistendo per far rivedere l’organizzazione custodiale dell’Istituto di Paola e di tanti altri calabresi. Mentre in tutta Italia, già da tempo, anche i detenuti del Circuito dell’Alta Sicurezza sono a “custodia aperta” qui in Calabria si continua a praticare la tradizionale “custodia chiusa”, anche per i detenuti comuni ed a basso indice di pericolosità. Proprio all’esito dell’ultima visita fatta la vigilia di Ferragosto ho inteso sollecitare l’Amministrazione Penitenziaria chiedendo di conoscere entro quali tempi la “custodia aperta” possa trovare concreta attuazione nella Sezione individuata nel Carcere di Paola e, se eventualmente, nel prossimo futuro, tale iniziativa possa essere estesa anche ad altre Sezioni dell’Istituto”. Qui puoi trovare tutte le ultime news su amnistia, indulto e carceri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Segui ContattoNews.it su Facebook