CONDIVIDI
Posticipata al 7 dicembre scadenza per la rottamazione delle cartelle 2016

Posticipata al 7 dicembre la scadenza per la rottamazione delle cartelle 2016. Il decreto fiscale, in esame al Senato prevede però che «i termini per il pagamento delle rate di cui all’articolo 6, comma 3, lettera a), del decreto-legge 22 ottobre 2016, n. 193, convertito, con modificazioni, dalla legge 1° dicembre 2016, n. 225, sono fissati al 7 dicembre 2017 e il termine per il pagamento della rata di cui alla lettera b) dello stesso articolo 6, comma 3, del decreto-legge n. 193 del 2016 in scadenza nel mese di aprile 2018 è fissato nel mese di luglio 2018».

Rottamazione cartelle esattoriali: lo slittamento del termine.

Il 7 dicembre prossimo, scadrà il termine per pagare le rate di luglio e settembre, per chi non ha ancora effettuato l’adempimento e di conseguenza era stato escluso dalla rottamazione; per pagare la rata di novembre, questo sia per coloro che sanano i precedenti ritardi, sia per quelli che hanno regolarmente pagato le rate di luglio e settembre.
Questo è, anche, il termine per coloro che avevano optato per il pagamento in unica soluzione entro la fine del luglio 2017 che non hanno rispettato la scadenza. In sintesi: i contribuenti che avevano aderito alla rottamazione 2016 co regolare domanda entro il 21 aprile 2017, e avevano optato per il pagamento in un’unica soluzione, ma non hanno effettuato il versamento entro la scadenza prevista (31 luglio 2017), se effettuano quando dovuto entro il prossimo 7 dicembre rientrano nella rottamazione. Lo stesso vale per i contribuenti che non hanno pagato le rate arretrate.

Rottamazione bis.

In caso, non viene sanata la propria posizione entro il 7 dicembre, si perderà definitivamente il rientro nella rottamazione 2016. Si potrà ripresentare la domanda per ottenere la rottamazione bis, che consente di sanare tutte le pendenze dal 2000 al 30 settembre 2017. Inoltre, la legge permette di aderire alla rottamazione bis anche a chi ha già utilizzato la definizione agevolata dello scorso anno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Segui ContattoNews.it su Facebook