CONDIVIDI
Il grande ritorno dei tagli scalati per l’autunno inverno 2018: in pole position ci sono il bowl-cut, l'ob-swag e il wob.

Il grande ritorno degli scalati segna la nuova stagione fredda. Tra i tagli in pole position ci sono il bowl-cut, l’ob-swag e il wob. Due nuovi tagli corti di supertendenza: uno è scalato in dégradé e strutturato, poi sfilato per creare un effetto di leggerezza sulle punte. Punto di forza: la frangia asimmetrica e tagliata in più lunghezze su un lato per un’allure neo-punk molto attuale. In questo tipo di taglio c’è anche un gioco di contrasti, tra la frangia e le basette lunghe, che incornicia il viso e mette in risalto i lineamenti. L’altro taglio corto è un boule grafico dove la frangia è tagliata dritta appena sopra la linea delle sopracciglia per liberare lo sguardo. I capelli sulla nuca sono corti, con una linea di taglio indefinita che regala estrema femminilità. Il nuovo lungo, invece, è scalato e ovalizzato per dare leggerezza e morbidezza d’insieme. Al di là tuttavia dei diktat della moda è il momento dell’individualismo per eccellenza, quello che si è materializzato stagione dopo stagione, anche sulle passerelle più prestigiose dove gli hair stylist hanno pettinato le modelle seguendo la loro individuale bellezza.

Tagli capelli Inverno 2018: il filo conduttore dal sapore anni ’90!

Sebbene la regola sia rompere le regole c’è un fil rouge: ispirazione e tessiture anni ’90 con capelli quasi trascurati, tessiture asciutte e morbide che non mettono in evidenza la mano del professionista. Continua la moda del look “shag” – il taglio scalato e spettinato dall’allure grunge che spopolava già negli anni ’70 – anche su teste lunghe e si cominciano a vedere caschetti arrotondati sia lisci che ricci. Dichiara Salvo Filetti, hair designer di Compagnie della bellezza e L’Oreal Professional: «Tra i trend “temptation” del prossimo autunno c’è il bowl-cut à la garçonne. Un taglio perfetto per chi è già dotata di un super ovale. Per poche elette?! No perché basterà allungare leggermente la frangia, trasformandola in frangia-ciuffo, per renderlo adatto anche ai volti meno regolari. La nuca e i laterali sono molto corti, sottolineano il caschetto quasi geometrico e cortissimo con la frangia a misura di sguardo. Perfetto sui capelli lisci e sottili, ma super trendy anche in versione curly. L’ispirazione? il celebre taglio di Linda Evangelista nei Nineties.

Tagli medi: impazzano ob swag e wob!

Tra i tagli medi dominerà l’ob-swag, a metà tra un lob (caschetto lungo) e uno swag (taglio di capelli scalato, in cui le lunghezze devono apparire messy e arruffate). Un haircut dal piglio rock di derivazione Seventies, multiscalato e sfilato sulle lunghezze, frastagliato e sbarazzino. La frangia in generale sarà corta o lunghissima? A ciascuna la sua! La frangia extralarge o extrasmall sarà un dettaglio imperdibile per l’inverno 2018. Il long-bob, amatissimo dalle celebrities, non tramonta. La versione più cool? Il wob (weavy bob) con onde appena accennate, quasi vissute, con un tocco finale visibile lucido/cerato. La lunghezza del wob oscilla tra le spalle e le clavicole, ma deve variare in base al rapporto volto-collo-spalle. Il sapiente bilanciamento fra scalatura e pienezza attiverà lo styling a onde. Riga in mezzo o laterale, come possibile opzione una frangetta spettinata e irregolare».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Segui ContattoNews.it su Facebook