CONDIVIDI
Riforma pensioni, oggi 23 ottobre 2017: Ape sociale e volontaria, pensioni anticipate e minime, legge di Bilancio

Pensioni e lavori usuranti. Nell’ambito della riforma delle pensioni e dell’ampliamento della lista dei lavori riconosciuti come usuranti, Anita, Unatras, Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti hanno scritto una lettera al Ministro del lavoro, Giuliano Poletti, per “ottenere l’inclusione definitiva dei conducenti dei mezzi pesanti adibiti al trasporto merci tra i soggetti che svolgono lavori usuranti“. Nella lettera, viene sottolineato che i conducenti di veicoli adibiti al trasporto merci non sono considerati lavoratori che svolgono lavori usuranti, a prescindere dalla tipologia di trasporto effettuato, mentre sono considerati svolgenti attività usuranti alcune tipologie di autisti di trasporto di persone. “In sostanza , per tali conducenti è prevista la possibilità di beneficiare di un accesso anticipato al pensionamento”, segnalano Anita, Unatras, Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti.

Pensioni e lavori usuranti: le richieste di Anita, Unatras, Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti.

Per Anita, Unatras, Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti “escludere dai lavoratori usuranti i conducenti di veicoli adibiti al trasporto di merci (mezzi pesanti e camion), compresi gli artigiani autonomi, non solo genera diseguaglianze di carattere sociale, ma rischia anche di rappresentare un rischio per la sicurezza stradale, tenuto conto dell’impegno richiesto a tali soggetti, che implica orari diurni e notturni, specifiche abilità e attenzione continuativa”.

Nella lettera viene evidenziato che “da tempo si chiede l’inclusione degli autisti che conducono veicoli adibiti al trasporto merci nella categoria dei lavoratori usuranti e che un primo passo in questa direzione è stato rappresentato dall’Ape social, su cui, però è mancata l’estensione agli artigiani autonomi, anch’essi conducenti. Tale agevolazione, infatti è stata riconosciuta ai conduttori di mezzi pesanti e camion, prevedendo, in via sperimentale fino al 31 12 2018 la possibilità di accedere volontariamente all’anticipo pensionistico al ricorrere di specifiche condizioni”. Qui puoi trovare le ultime news e novità su riforma pensioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Segui ContattoNews.it su Facebook