CONDIVIDI
La terra continua a tremare: scosse di terremoto nel Canale di Sicilia

Terremoto nel Canale di Sicilia. Sono state registrate questa notte due scosse di terremoto
di magnitudo 3.9 e 3.7 nel Canale di Sicilia, tra L’Italia e l’isola di Malta. L’evento sismico di magnitudo 3.9 si è manifestato alle 2:13:43 di oggi, seguito da 3 repliche con magnitudo di 2.8 e 2.6 ed un’altra, alle 2,59, di magnitudo 3,7. L’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv) ha individuato l’ipocentro del sisma a 10 km di profondità, mentre l’epicentro in mare, 57 km a sud di Modica (Ragusa). Nella giornata di ieri erano state già registrati due eventi sismici nella stessa zona, con scosse di magnitudo 3.5 e 3.6, rispettivamente alle 12,18 e 12,52.

L’Ingv: non si escludono altre scosse.

 Eugenio Privitera, direttore dell’Osservatorio Etneo dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv) non ha escluso che possano ripetersi altre scosse di terremoto nella zona interessata. “L’area del Canale di Sicilia è molto vasta e c’è un sistema di faglie molto complesso e poco conosciuto, generato dalla spinta della placca africana contro quella euroasiatica”, ha affermato, come riportato dall’Ansa. “In questo sistema ci sono due faglie che potrebbero essere collegate alla sequenza sismica in corso: la faglia di Scicli e quella di Capo Passero”, ha aggiunto, “ma ancora non è chiaro quale delle due sia legata a questi terremoti”. Privitera ha  concluso:”Non possiamo escludere che si verifichino altre scosse”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Segui ContattoNews.it su Facebook