CONDIVIDI
Vittorio Emanuele III, la sua salma torna in Italia: riposerà nel santuario di Vicoforte accanto alla regina Elena

La salma di Vittorio Emanuele III torna in Italia e verrà sepolto nel santuario di Vicoforte, accanto alla regina Elena. Vittorio Emanuele morì nel 1947 in esilio ad Alessandria d’Egitto, e da lì sono partiti, in nottata, i suoi resti, per giungere in Italia, in un aeroporto militare piemontese. Vittorio Emanuele ed Elena riposeranno insieme, ma non tutti, in famiglia, sono d’accordo: Emanuele Filiberto, infatti, a Tgcom24 ha fatto sapere che vorrebbe che il Re riposasse nel Pantheon: “Mio nonno diceva che le salme resteranno in esilio finché non torneranno al Pantheon a Roma. Dal 2002, quando è stata abrogata la norma transitoria della Costituzione sull’esilio, non c’erano più problemi nel riportarle in Italia. Ma abbiamo sempre aspettato. Ed è da sempre che vogliamo siano collocate al Pantheon”. Emanuele Filiberto, comunque, si è detto felice del ritorno del bisnonno e ha ringraziato le autorità italiane.

Vittorio Emanuele III, le perplessità di Vittorio Emanuele di Savoia.

Anche Vittorio Emanuele di Savoia ha ammesso, in una nota, di preferire una collocazione al Pantheon, ed ha espresso rammarico per la segretezza con cui la salma della regina è stata traslata: “Pur esprimendo apprezzamento al presidente Sergio Mattarella per la sensibilità dimostrata nei confronti del tema, non posso però non rammaricarmi che tutto ciò sia avvenuto in gran segreto, senza concedere alla regina d’Italia, sovrana della Carità Benefica, gli onori dovuti e soprattutto la traslazione al Pantheon di Roma, come abbiamo sempre richiesto e prima di me mio padre, il re Umberto II. Ritengo che riportare la salma della regina in totale anonimato ed in segretezza sia un insulto alla sua memoria ed a tutto ciò che ella rappresenta. Giustizia sarà fatta quando tutti i sovrani sepolti in esilio riposeranno nel Pantheon di Roma”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Segui ContattoNews.it su Facebook