CONDIVIDI
Santo Stefano, ecco perchè si festeggia il 26 dicembre.

Santo Stefano, viene festeggiato il 26 dicembre, giorno dopo il Natale dalla Chiesa cattolica e da alcune Chiese protestanti. Il 27 dicembre viene celebrato dalla Chiesa ortodossa.

Chi era Santo Stefano.

Santo Stefano è stato uno dei primi sette diaconi scelti dagli apostoli per aiutarli nella diffusione del Vangelo. Gli atti degli apostoli che ne raccontano la storia lo definiscono, al capitolo 6, uomo pieno di fede e Spirito Santo. Si ignora la provenienza, si suppone che fosse greco. Il nome Stefano significa “coronato”, incoronato e viene dal greco. Suo attributo sono le pietre della lapidazione, per questo è invocato contro il mal di pietra, cioè i calcoli ed è il patrono dei tagliapietre e muratori. Santo Stefano è stato il primo martire del cristianesimo secondo il Nuovo Testamento. Intorno all’anno 36 d.C. fu accusato di blasfemia dal sinedrio e condannato alla lapidazione. Uno dei suoi principali inquisitori fu Saulo di Tarso, che poi diventerà San Paolo.

Festa nazionale di Santo Stefano e Boxing day.

Il 26 dicembre è una festa nazionale oltre che in Italia anche in Irlanda, Austria, Città del Vaticano, Croazia, Danimarca, Germania, Romania, San Marino e Svizzera italiana. In Italia è festa nazionale dal 1947, il motivo del giorno festivo in Italia, è da ricercarsi nell’intento di prolungare la vacanza del Natale, creando due giorni festivi consecutivi. In Irlanda viene definita Lá Fhéile Stiofán o Lá an Dreoilín in gaelico, viene celebrata andando di casa in casa con un passero, cantando canzoni. Nel Regno Unito e nei diversi paesi del Commonwealth, il 26 dicembre non si celebra Santo Stefano, ma il boxing day, consiste nel regalare doni ai poveri. Se il 26 dicembre cade di domenica viene spostato al giorno successivo e sempre più spesso è associato all’inizio dei saldi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Segui ContattoNews.it su Facebook