CONDIVIDI
Amnistia e indulto, carceri e detenuti, le ultime news al 28 dicembre 2017

Le ultime news dal mondo delle carceri al 28 dicembre 2017: un giovane di 24 anni morto nel carcere di Avellino. Nel carcere di Avellino, un giovane di appena 24, arrestato per tentata rapina, anni è stato ritrovato dagli agenti di polizia penitenziaria privo di vita, nella sua cella. Le cause del decesso sono ancora da chiarire, e per questo è stata disposta l’autopsia, ma per ora sembra che il giovane sia morto nel sonno. Si faranno, inoltre, degli esami tossicologici, in quanto si suppone che il detenuto abbia fatto uso di droga prima di entrare in carcere. Il giovane era stato arrestato per tentata rapina a danni di un’anziana nel centro di Avellino, il 23 dicembre, con la complicità della fidanzata.

Amnistia e carceri, le ultime news al 28 dicembre 2017.

Il Partito Radicale durante queste festività sta effettuando diverse visite nelle carceri. Nei giorni scorsi, alcuni delegati sono stati nelle strutture detentive di Reggio Emilia, di Rebibbia, Ucciardone e Pagliarelli di Palermo, Poggioreale, Secondigliano, San Vittore, Catanzaro, Foggia, Lucera, e continuerà, nei prossimi giorni, ad effettuare visite. Oggi, 28 dicembre, saranno a Trapani, mentre domani le visite si svolgeranno a Reggio Calabria. Sabato 30 si andrà all’Opera di Milano, mentre domenica 31 i Radicali saranno nel nuovo complesso di Rebibbia. Nel giorno di Capodanno, la Bernardini sarà al Regina Coeli, mentre il 2 gennaio una delegazione di radicali sarà al carcere di Palmi, Seguiranno visite al carcere di Reggio Calabria ed a quello di Laureana di Borrello.

La Bernardini ha reso pubblico il programma sulla sua pagina Facebook ed ha dichiarato: “In questi giorni di festa è particolarmente importante essere vicini alla comunità penitenziaria tenuta ancora così lontana dai principi costituzionali basati su una pena che non umili la dignità della persona e che sia improntata alla rieducazione e al reinserimento sociale. Oggi, dopo l’approvazione da parte del Governo della Riforma dell’Ordinamento penitenziario, riforma che dovrebbe essere meno carcerocentrica e più indirizzata alle pene alternative, possiamo forse portare un po’ di speranza in quei luoghi dove spesso la disperazione prende il sopravvento”. Qui puoi trovare tutte le ultime news su amnistia, indulto e carceri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Segui ContattoNews.it su Facebook