CONDIVIDI
Incendio a New York nel Bronx, almeno 12 morti e tra le vittime un bambino

Nell’incendio scoppiato nel Bronx poco prima delle 19, almeno 12 morti e tra le vittime un bambino. Circa 170 squadre anti-incendio sono arrivate in tre minuti dopo lo scoppio delle fiamme e sono riuscite a domarle solo due ore dopo, ha riferito il capo dei vigili del fuoco Daniel Nigro. Il fuoco è divampato rapidamente attraverso l’edificio e ha raggiunto il quinto e ultimo piano. Per alcuni testimoni, l’incendio ha avuto origine nella parte del palazzo in cui si trovano i contenitori dell’immondizia.

New York: le possibili cause dell’incendio.

Le autorità, comunque, non si sono ancora sbilanciati sulle possibili cause dell’incendio. Il sindaco, De Blasio, ha comunicato che il numero delle vittime non è definitivo. C’è un numero indeterminato di feriti, tra i quali quattro in pericolo di vita. Ha dichiarato Nigro, “Questa tragedia è, senza dubbio, di portata storica”. De Blasio è rammaricato che l’incidente si sia vericato nelle festività di Natale. “Oggi, nel Bronx, ci sono famiglie che sono state distrutte”. Bill De Blasio commenta così, è “Il più tragico capitato in città nell’ultimo quarto di secolo”. L’incendio è divampato al piano terra di un edificio su Prospect Avenue nel Bronx, che ha provocato la morte di almeno dodici persone, tra le quali c’è anche un neonato. Il palazzo ha 5 piani e si trova  quasi all’angolo con la  East 187th Street, vicino alla Fordham University e allo zoo del Bronx, in un quartiere con forte presenza latina, L’edificio, costruito nel 1916 in mattoni e intonaco, non era a norma di legge antincendio. “Sono addolorato nel comunicare che 12 cittadini sono morti“, ha detto de Blasio mentre i vigili del fuoco erano ancora in azione. I residenti evacuati sono stati sistemati in una scuola nelle vicinanze, dove è stato allestito un centro di accoglienza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Segui ContattoNews.it su Facebook