CONDIVIDI
Amnistia e indulto, carceri e detenuti, le ultime news al 30 dicembre 2017

Amnistia e carceri, le ultime news ad oggi: il 2017 di chiude con 52 casi di suicidi tra le sbarre. Il 2017 sta per concludersi, ed un tragico bilancio si fa per le carceri italiane: durante quest’anno, infatti, ben 52 detenuti hanno deciso di togliersi la vita. Questo dato porta a riflettere: se è vero che la vita tra le mura delle strutture penitenziarie non è affatto semplice, è anche opportuno ricordare che i problemi delle carceri italiane sono molteplici. Il sovraffollamento riduce lo spazio vitale a disposizione dei detenuti, spesso al di sotto dei 3 metri quadri stabiliti dalla legge. Il personale troppo spesso è in numero inferiore alle esigenze, e capita anche di trovare strutture carcerarie fatiscenti ed inadeguate. Patrizio Gonnella, presidente dell’Associazione Antigone, ha spiegato che “Ogni suicidio è sicuramente una storia a sé un gesto individuale di disperazione, ogni suicidio è anche il fallimento di un processo di conoscenza e presa in carico di una persona”.

Le ultime news dal mondo delle carceri: la morte di un detenuto a causa di una diagnosi tardiva per tumore. 

Un caso di malasanità si è concluso tragicamente ad Avellino. Un detenuto condannato a 4 anni arrestato a maggio aveva un tumore maligno al pancreas, ma, nonostante i sintomi che rispecchiavano una grave situazione di salute, quali cardiopatia, dolore alle gambe e allo stomaco, diabete, il cancro gli era stato diagnosticato troppo tardi, ed è morto una volta consessi i domiciliari. A causa di queste precarie condizioni di salute, era stata richiesta la detenzione domiciliare del detenuto, ma gli è stata accordata solo ultimamente, in quanto inizialmente il sanitario del carcere ritenne compatibili le condizioni di salute con la detenzione. La famiglia, avuto questo responso, ha incaricato uno specialista di visitare il detenuto. Lo specialista aveva disposto degli esami urgenti, ma questi accertamenti sono stati eseguiti solo dopo un anno di carcere: gli esami diagnosticarono un tumore al pancreas in stato troppo avanzato per poter intervenire. Il caso è stato denunciato dai legali Annibale Schettino e Carolina Schettino, che vogliono verificare se ci siano state negligenze da parte dei medici del carcere, in quanto gli esami compiuti tardivamente hanno portato ad una morte tra atroci sofferenze. Qui puoi trovare tutte le ultime news su amnistia, indulto e carceri.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Segui ContattoNews.it su Facebook