CONDIVIDI
Capodanno 2018. Tra chignon alla samurai, trecce e code alte: le acconciature più belle per accogliere il nuovo anno

Capelli e acconciatura: le pettinature più in voga da sfoggiare a Capodanno 2018. Onde, trecce, nastri di velluto, mini o maxi, per impreziosire code alte o chignon, ma anche cerchietti e accessori gioiello, perfetti per un bob o un pixie alla garçonne, tra i grandi protagonisti della prossima stagione.

Le principali tendenze capelli per la sera di Capodanno: trecce e code alte… in testa.

Per poter acconciare i nostri capelli… per le feste, ci si può orientare seguendo due linee di pensiero e di azione: quella minimal e quella strutturata. Se volessimo seguire la prima ricordiamo che l’imperativo di stagione è un mood effortless chic, che letteralmente sta per chic senza sforzo, quindi le esagerazioni sono bandite. Basta un dettaglio. Dal classico cerchietto, perfetto sia sui capelli lunghi che su quelli più corti, come insegna Cara Delevigne a un fiocco di velluto da legare intorno a una coda bassa. Oppure si può prendere ispirazione dal look minimal ma sofisticatissimo della modella Bella Hadid che con una semplice e tiratissima coda alta mette in risalto i lineamenti.

Oppure, se vogliamo un look più strutturato si può osare un po’ di più, con un’acconciatura fatta dal parrucchiere. Dalle code, meglio se leggermente messy, più vaporose, alle fishtail impreziosite da fermagli, come quelle realizzate da Sam McKnight per l’ultima sfilata di Chanel ad Amburgo, fino ai suggerimenti dai red carpet e dai social, come gli chignon passepartout dell’hairstylist californiano Anh Co Tran, sofisticiati di giorno, irresistibili di sera. Altra acconciatura cui ispirarsi quella scelta da Alberta Ferretti per la sfilata FW 2018: trecce, meglio se medio e lunghe, iper femminili, decorate da romantici fiocchi e fermagli preziosi.

Capodanno 2018: ispirarsi allo chignon di Bianca Balti in versione «samurai» al Festival di Venezia.

Fiocchi e accessori preziosi sono in cima non solo alle tendenze autunnali come accessori cult, ma anche alle preferenze per le acconciature di queste feste. Tuttavia come si portano senza scadere nella banalità?

Anche le star si sono presto rese conto del potere dei fiocchi tra i capelli che insieme a fermagli gioiello, cerchietti e spille luccicanti fanno già capolino sui red carpet più glamour di stagione. L’ultima a sfoggiarne uno, agli Emmy Awards 2017, Julienne Houg, con una mezza fishtail impreziosita da un nastro nero. Un look che ha fatto pensare subito all’ultima sfilata di Philosophy, dove protagonista era però una coda bassa leggermente messy.

Prima dell’attrice statunitense però, era stata Bianca Balti a sfruttare il potere di un nastro nero, al Festival del Cinema di Venezia, perfetta in stile samurai, complice anche l’abito bianco a kimono. Ma come si porta un accessorio così? Davide Andena, Professional hair stylist L’Oréal Professionnel, ha realizzato l’acconciatura della modella italiana in quell’occasione, rivela che: «Si tratta di accessori molto versatili, che stanno bene con una coda, l’acconciatura più semplice da fare da sole a casa, oppure intrecciati tra i capelli, anche se in questo caso il fai da te è poco praticabile», spiega l’esperto. «Ne risulta un look più personalizzato e sofisticato, che si lega alla voglia di giocare con i capelli, ciò che conta è valutare sempre anche il tipo di lunghezza. Con un corto, ad esempio, meglio un cerchietto, un fermaglio o una fascia sottile, con il lungo sono perfetti anche i nastri, da attorcigliare intorno a uno chignon o a una ponytail».

Attenzione, però: con accessori di questo tipo è facile scivolare nella banalità. Come riuscire a portarli con classe? «I capelli devono essere in perfetto ordine», spiega Davide, «L’accessorio abbellisce qualcosa che è già bello, e non aggiungere disordine, altrimenti si ottiene solo un effetto kitsch brutto da vedere. Con le beach waves, ad esempio, tanto amate da star e non solo, meglio evitare. Al massimo un cerchietto».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Segui ContattoNews.it su Facebook