CONDIVIDI
Osare il nude look a Capodanno: le celebrities cui ispirarsi e le regole da seguire

Ispirarsi ai nude look più azzardati sfoggiati sui red carpet. Emulare le protagoniste del fashion world e dello showbiz e le loro scollature, schiene e gambe che non temono il freddo è possibile? Per osare un nude look d’inverno ci vuole stile e un corpo curato nel dettaglio.

Le feste fanno venire voglia di osare. Tessuti più preziosi del solito, ma anche scollature, spacchi, pelle a vista. Ad ispirare i look di fine anno pensano le celebrities. In vetta ai look più sexy del 2017, come sempre, le top model. Da Bella Hadid in abito di cristalli all’amfAR Gala Cannes e poi in rosa tutta spacco sul red carpet della kermesse, da Kendall Jenner al MET Gala in abito scintillante nero che non ha lasciato proprio nulla all’immaginazione ad Alessandra Ambrosio in rosso fuoco Ralph and Russo Couture agli Oscar. Solo ultima, Irina Shayk in Atelier Versace bianco e argento dalla maxi scollatura e spacco ai Fashion Awards e la parata di “angeli” a Shanghai al party del Victoria’s Secret Fashion Show 2017.

La regola numero uno: scegliere tra l’esibire la schiena o la scollatura.

Puntare sul décolleté è facile: è l’escamotage più veloce per distrarre dai piccoli difetti della silhouette, mentre mostrare la schiena è meno scontato nella riuscita del look. La scelta dell’abito giusto dipende dal seno: con una taglia ridotta si può osare un modello morbido, plissettato o a cascata sul petto, che fa guadagnare in volume. La cosiddetta “coppa di champagne” è invece la misura perfetta per ogni tipo di azzardo, compresa la doppia scollatura fronte-schiena e modelli più aderenti: la taglia seconda, infatti, non teme la gravità e raramente risulta volgare anche negli scolli più abissali e attillati. Misura più abbondante? Per svestire la schiena è necessario dare un sostegno frontale al décolleté. Meglio puntare su abiti “intelligenti” che, tra bande elastiche, incroci o coppe a bustier, restino aperti sul retro ma rigidi davanti, per evitare movimenti o imbarazzi in pista.

Gli accorgimenti per una pelle all’altezza della nudità.

Nude look fa rima con scrub, esfoliazioni e depilazioni molto accurati. Contrariamente alle gambe, décolleté, braccia e schiena sono molto più sensibili e soggetti a irritazioni. Lasciare i trattamenti corpo all’ultimo momento è più probabile regali spiacevoli inestetismi come puntini rossi e micro graffi che una pelle effetto seta.

Un altro accorgimento è passare un velo di autoabbronzante sulla pelle asciutta (no agli spray, difficili da modulare sulla schiena e dietro le gambe: meglio l’applicatore a guanto) da lasciar asciugare per un’ora. Poi, lasciare in posa un abbondante strato di crema idratante sulla zona clou scoperta dall’abito, e farla assorbire completamente mentre si pensa a trucco e capelli. Un olio secco applicato ad hoc su tutte le parti svelate dall’abito, senza dimenticarsi i piedi, in caso di sandali. Sì a polveri glitter spray e ciprie scintillanti da spennellare su schiena, spalle e sterno, che uniformano e mascherano il make up sul corpo.

Un ultimo consiglio: se portate la schiena scoperta raccogliete i capelli, il raccolto sottolinea la forma dell’abito senza rubagli la scena, e dura tutta la notte. Per strafare, sì a ciondoli, catene e pendenti appoggiati con nonchalance fra le scapole.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Segui ContattoNews.it su Facebook