CONDIVIDI
Amnistia e indulto, carceri e detenuti, le ultime news al 24 gennaio 2018

Amnistia e carceri, le ultime news al 24 gennaio 2018: nuovo sciopero della fame di Rita Bernardini ed i detenuti. I Radicali hanno iniziato un nuovo sciopero della fame. Si tratta di un nuovo Satyagraha insieme alla comunità penitenziaria per richiedere l’apprpvazione dei decreti di riforma dell’ordinamento penitenziario prima del 4 marzo, giorno delle elezioni politiche. Rita Bernardini chiede di accellerare i tempi per “scongiurare l’ennesimo buco nell’acqua”: con il nuovo governo che si eleggerà il 4 marzo si potrebbe avere una maggioranza avversa ai contenuti della riforma. Già il Movimento Cinque Stelle ha mosso le prime critiche attrsverso un comunicato dove sostengoni che il PD “vuole smantellare l’articolo 4 bis riguardante il divieto di concessione di benefici penitenziari (permessi premio, lavoro all’esterno, misure alternative alla detenzione), facendo un regalo a detenuti di particolare pericolosità sociale”.

La prossima convocazione è prevista per domani, giovedì 25 gennaio, dove saranno ascoltati il procuratore nazionale antimafia ed antiterrorismo Federico Cafiero de Raho, il Presidente del Garante nazionale dei detenuti Mauro Palma, il presidente della Commissione per la riforma dell’ordinamento penitenziario presso il Ministero della giustizia Glauco Giostra, il capo dipartimento per la giustizia minorile Gemma Tuccillo, il componente della Commissione per la riforma dell’ordinamento penitenziario Franco Della Casa, i rappresentanti dell’Associazione nazionale magistrati, ed i rappresentanti del Coordinamento nazionale magistrati di sorveglianza.

Le ultime news dal mondo delle carceri ad oggi, 24 gennaio 2018: trovata droga nel carcere di Foggia.

Nel carcere di Foggia sono stati trovati 80 grammi di droga, che era stata accuratamente nascosta sotto il muro di cinta. La droga è stata trovata dagli agenti di polizia penitenziaria. IL lavoro degli agenti è stato lodato da Daniele Capone, vice segretario generale del Sindacato di Polizia Penitenziaria: “Un plauso a tutto il personale della polizia penitenziaria. Benché sott’organico, il personale in servizio nella casa circondariale di Foggia, risponde a tutte le esigenze e stimoli di sicurezza. Per scongiurare ulteriori tentativi di introduzioni di sostanze all’interno del carcere saranno utilizzate anche le unità cinofile, rafforzati i controlli all’esterno e in tutti i punti nevralgici dell’istituto”. Qui puoi trovare tutte le ultime news su amnistia, indulto e carceri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Segui ContattoNews.it su Facebook