CONDIVIDI
Riforma pensioni oggi 18 luglio 2017: pensioni anticipate, quattordicesima, pensioni dei parlamentari, PEPP

Riforma delle pensioni 2018: le ultime novità da Cesare Damiano. Le ultime novità sulla riforma delle pensioni vengono da Cesare Damiano, presidente della Commissione lavoro alla Camera. In un’intervista a “Il Sole 24 ore”, Damiano ha ribadito la necessità che si continui nell’opera di revisione della Legge Fornero. “La Legge Fornero è già stata revisionata”, ha precisato Damiano, riferendosi alle otto salvaguardie già realizzate per gli esodati, ma “la revisione deve continuare”, ha aggiunto.

“Estrapolato il principio della flessibilità con l’Ape sociale, che serve a determinate categorie di lavori gravosi di andare in pensione a partire dai 63 anni, questa modalità che scade alla fine di quest’anno, deve essere resa strutturale, permanente“, ha precisato l’esponente dem. “Chi svolge lavori usuranti vive di meno di chi fa altri lavori”, ha sottolineato Damiano a Dimartedì.

Riforma delle pensioni 2018: Ape sociale strutturale, nona salvaguardia e Opzione donna.

Il presidente della Commissione lavoro alla Camera ha in mente altri obiettivi da raggiungere nella riforma delle pensioni 2018: la nona salvaguardia per concludere definitivamente il problema degli esodati  e la prosecuzione della sperimentazione di Opzione donna. Infine, ha concluso Damiano:”Bisogna favorire la normativa che consente di andare in pensione con i 41 anni di contributi, ad esempio, togliendo la norma che prevede di avere almeno dodici mesi di attività prima dei diciannove anni”. Qui puoi trovare le ultime news e novità su riforma pensioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Segui ContattoNews.it su Facebook