CONDIVIDI
Sanremo 2018: Antonio Ricci attacca Claudio Baglioni. I fan lanciano una petizione on line

Antonio Ricci, boicotta Claudio Baglioni, conduttore della prossima edizione del Festival di Sanremo. L’ideatore del programma “Striscia la Notizia”, Antonio Ricci, in un’intervista rilasciata al Corriere della Sera ha dichiarato, riferendosi a Claudio Baglioni: “Non lo reggo, sin da quando ero ragazzo. Sono cresciuto nel ’68, gli anni della protesta, gli anni di Tenco e Paoli, di Guccini, De André…poi è arrivato Baglioni, questa melensa creatura dalla magliettina fina che cantava ‘passerotto non andare via’. Baglioni era il cantante preferito dai fascisti, dai La Russa e dai Gasparri”.

Ha poi aggiunto: “non lo sopporto: in uno spettacolo gli dissi anche che gli avrei lanciato una molotov. Ora se gli si dà fuoco si sparge un odore di plastica da riempire di diossina il paese”. “Non penso sia un disonesto” ha continuato Ricci, “ma il botulino gli intoppa i ragionamenti del cervello”.

I fan di Claudio Baglioni lanciano una petizione on line.

Le dichiarazioni di Antonio Ricci su Claudio Baglioni non sono piaciute ai fan dell’artista romano, che hanno lanciato una petizione online sulla pagina Change.org. Nelle petizione lanciata Antonio Ricci chieda ufficialmente scusa al direttore artistico del Festival di Sanremo 2018.

Testo della petizione pubblicata sul sito Charge.org.

Nella petizione lanciata online si legge: “Il signor Antonio Ricci in un’intervista al Corriere della sera ha rilasciato delle dichiarazioni poco carine ed offensive in maniera gratuita nei confronti di Claudio Baglioni. Partendo dal presupposto che viviamo in un paese libero e che i gusti sono soggettivi, riteniamo però che le suddette dichiarazioni siano un po’ troppo esagerate e piene d’odio (addirittura afferma che gli avrebbe volentieri lanciato una molotov) e che prescindano dal dare un parere sull’artista e la sua arte, ma che si limitino a giudicare in maniera negativa l’uomo Claudio Baglioni.

Una persona di una certa cultura dovrebbe giudicare l’arte senza influenze di alcun tipo perché l’arte è al di sopra di ogni cosa. Quindi, caro signor Ricci, tutti conosciamo bene la sua ironia, ma c’è un limite a tutto e la invitiamo a chiedere UFFICIALMENTE SCUSA a Claudio Baglioni Uomo, Artista e alla sua Arte”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Segui ContattoNews.it su Facebook