CONDIVIDI
San Faustino: oggi 15 febbraio 2018 è la festa dei single. Ecco la sua storia e le sue origini

Storia e origini della festa dei single. Oggi, 15 febbraio 2018, si celebra San Faustino, ovvero il protettore dei single. Il termine Faustino deriva dal latino e assume il significato di “propizio, favorevole”. E’ stato scelto proprio come speranza che in questo giornata ci siano nuovi incontri per i single.

La storia e le origini di San Faustino.

San Faustino è legato alla figura di San Giovita. Una leggenda narra che entrambi, dal 1438 patroni di Brescia, figli di una nobile famiglia pagana bresciana, divennero presto cavalieri. Poi furono attratti dal Cristianesimo, chiesero e ricevettero il battesimo dal vescovo Sant’Apollonio. Dopodichè si dedicarono all’evangelizzazione delle terre bresciane, dove vennero denominati, Faustino presbitero e Giovita diacono. Per via della persuasività e del successo della loro predicazione, i maggiorenti bresciani, approfittando della persecuzione voluta da Traiano, invitarono il governatore Italico ad eliminare i due, col pretesto del mantenimento dell’ordine pubblico. Furono denunciati come nemici della religione pagana. L’imperatore diede allora l’autorizzazione a Italico di perseguirli. I due predicatori furono carcerati. Poi l’imperatore Adriano chiese loro un sacrificio al dio Sole ma essi si rifiutarono e danneggiarono la statua del Dio. Per punizione furono gettati in pasto alle belve ma per miracolo gli animali divennero buoni e si piegarono ai loro piedi e Faustino, in quell’occasione riusci a convertire al Cristianesimo anche Afra, la moglie del governatore Italico, che poi divenne martire e santa.

La conversione al cristianesimo fece infuriare l’imperatore che ordinò che i due predicatori Faustino e Giovita venissero scorticati vivi e messi al rogo, ma le fiamme non riuscirono neppure a toccare i loro vestiti. Vennero allora torturati fino a a quando furono abbandonati in mare su una barchetta, e vennero salvati dagli angeli. Furono nuovamente catturati e riportati a Brescia, dove vennero decapitati il 15 febbraio tra il 120 e il 134. Secondo la tradizione medievale, San Faustino consentiva alle giovani fanciulle di incontrare il loro futuro marito. Per questo motivo è stato scelto questo giorno per festeggiare i sigle, come buon auspicio per incontrare la propria anima gemella.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Segui ContattoNews.it su Facebook