Amici 2018 Ed. 17: riassunto della puntata di ieri, sabato 24 febbraio 2018

Amici 2018: le novità dalla puntata di sabato 24 febbraio 2018.  Ieri è andata in onda una nuova puntata di Amici di preparazione al serale. A sostituire Carlo di Francesco, in studio c’era  Michele Bravi. Ospite della puntata di sabato, Annalisa, che si è esibita ed parlato delle date del suo tour. Per la gara degli inediti hanno vinto Carmen ed Einar, che hanno ottenuto la possibilità di incidere un altro inedito.

Maria ha letto un comunicato da parte della produzione che ha accettato la richiesta di Einar di andare in sfida come richiesto da Zerbi, solo se rinuncia ad essere presente al televoto. L’allievo ha accettato la condizione, quindi non potrà essere votato per la classifica di gradimento, così come Orion e Vittorio, già in sfida. Irama vince contro lo sfidante Mess.

Amici 2018: le sfide della puntata di ieri, sabato 24 febbraio. 

Si apre la sfida a squadre: la prima prova di ballo vede la vittoria della squadra del Fuoco, la seconda quella della squadra del Ferro. Lo scontro decisivo è vinto dalla squadra del Ferro. Si chiude il televoto, gli allievi della squadra vincente si presentano davanti alla commissione per sapere se possono avere subito l’accesso al serale. Si vede la classifica di gradimento che vede al primo posto Carmen, al secondo Emma e al terzo Biondo.

Paola Turci decide di mandare nuovamente in sfida Irama. Maria apre la busta e chiede ad Orion di presentarsi davanti alla commissione: Garrison, Peparini, Celentano e Goodson sono per il NO. Si passa a Carmen: Zerbi dice che non è la prima della sua lista, così per la Ferreri e la Turci, mentre Di Francesco è per il SI. Tocca a Zic: Zerbi dice di NO, la Ferreri dice che non è il suo primo nome della lista, Turci dice di NO e così Di Francesco. Nella sfide a squadra, per il canto: 1-0 per il Ferro. Per quanto riguarda la sfida di Bryan e Daniele, il ballerino balla con Francesca e Daniele con Virginia. Garrisson esclude Daniele, la Peparini vota per Daniele, la Celentano per Bryan, così come Goodson.