Amnistia e indulto, carceri e detenuti: le ultime news al 13 marzo 2018

Amnistia e carceri, le ultime news al 13 marzo 2018: si vuole fare chiarezza sulla morte di un detenuto. La Procura di Foggia vuole chiarire le cause del decesso di un detenuto morto mentre si trovava in infermeria per un dolore al dente. Il detenuto stava scontando una condanna per reati legati alla droga, a estorsioni e a furti. A spiegare cosa è accaduto è l’avvocato di famiglia Giuseppe Perrone, che, come riporta La Gazzetta del Mezzogiorno, ha dichiarato: “dalle prime informazioni pare che Curci fosse stato portato nell’infermeria del carcere per problemi ad un dente, gli sarebbe stata praticata una iniezione dopo di che si è sentito male ed è collassato e i tentativi di rianimarlo si sono rivelati inutili”. La famiglia vuole scoprire cosa è accaduto, visto che il detenuto versava in condizioni di ottima salute e non aveva né peoblemi cardiaci, né altre patologie. L’avvocato ha nominato un consulente medico che che possa assistere all’autopsia.

Allarme per le nuove droghe che dilagano  tra gli adolescenti.

È allarme droga tra i giovani, ma non si parla di droghe tradizionali bensì ri nuoce droghe ricavate dai farmaci. Si tratta di droghe economiche, momto meno care di quelle tradizionali ed ordinabili anche online: a metterle in vendita sono giovanissimi che propongono i loro pericolosi cocktail. I ragazzi si fanno smascherare facilmente sui social: un ragazzo milanese, ad esempio, mostra sulla scrivania un mix di farmaci tra cui lo Xanax ed un oppioide usato per le terapie contro il dolore. Il Corriere della sera riporta le parole del farmacologia Luigi Cervo: “Esiste una tendenza impressionante all’utilizzo di farmaci oppiacei senza prescrizione, al di fuori di un trattamento terapeutico. L’abuso di questi farmaci, tipicamente antidolorifici, finora è stato sottovalutato. Rischiamo di svegliarci di colpo e scoprire una deriva già avanzata”. I farmaci sono più facilmente reperibili rispetto alle droghe tradizionali: la maggior parte degli adolescenti riesce ad acquistarle online, come è possibile vedere in un video postato in rete un cui un adolescente esulta all’arrivo del corriere che gli ha consegnato un pacco contenente farmaci. Queste droghe costano di meno delle tradizionali ed inoltre i ragazzi pensano che gestendole e mixandole a loro piacimento possono controllare gli effetti. L’uso di queste nuove droghe dilaga tra i giovani d’oggi, ma ancora non se ne parla come si dovrebbe: a casa e a scuola si parla troppo spesso ancora soltanto delle droghe tradizionali. Qui puoi trovare tutte le ultime news su amnistia, indulto e carceri.